Home

Una lettera in una bottiglia inviato da una ragazzina in Scozia è stato trovato in Norvegia 25 anni dopo. Joanna Buchan – racconta la Bbc – aveva otto anni quando lasciò cadere la bottiglia da un peschereccio al largo di Peterhead nel 1996 per un progetto scolastico. Nella lettera rivelava l’amore per i dolci e per il suo cane e l’antipatia per l’altro sesso.

“A proposito, odio i ragazzi”, era la conclusione. Nell’estate del 2020 la bottiglia è stata trovata a quasi 1.300 chilometri di distanza, in particolare a Gasvaer, nel nord della Norvegia, da Elena Andreassen Haga, che ha rintracciato Joanna sui social media.

Ed ha raccontato che anche sua padre aveva trovato un messaggio in una bottiglia quando aveva circa cinque anni, nella stessa zona. “Ricordo vagamente di aver scritto un messaggio alla Peterhead Central School nel 1996″, ha spiegato poi l’ex studentessa scozzese, riconoscendo comunque che quella fosse la sua calligrafia.

E quando l’ha riletto è “morta dal ridere”, perché “ci sono delle battute davvero adorabili, su ciò che era importante per me in quel momento. Vorrei poterlo dire ai miei insegnanti dell’epoca”. “Ha chiaramente fatto il suo tempo nel Mare del Nord”.

Leggi anche:

Papa Francesco

Papa Francesco ai genitori: “Non condannate i figli gay, pensate a Giuseppe”

Individuata la particella X nella “zuppa primordiale” dopo il Big Bang: lo studio

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata