Home

Presidi dei lavoratori dei trasporti a Palermo e a Catania a sostegno dello sciopero nazionale di categoria di 24 ore indetto da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl per chiedere il rinnovo del contratto. A Palermo l’appuntamento è dalle 9 alle 13 davanti la sede dell’assessorato regionale all’Economia in via Notarbartolo e a Catania dalle 9 alle 13 in piazza Università.

A Palermo, inoltre, il sit-in avrà un significato in più perché le segreterie regionali Filt Cgil, Fit Cisl Faisa Cisal e Fast Confsal inviteranno il governo regionale, e prioritariamente i due assessorati all’Economia e alle Infrastrutture, a “togliere la zavorra all’Ast, l’Azienda siciliana trasporti, per un vero rilancio”.  “L’Azienda di trasporto pubblico, di proprietà della Regione – dicono le parti sociali – continua a essere penalizzata da una norma regionale che da più di 10 anni impone il divieto di assunzioni e progressioni di carriera”.


Leggi anche: Opportunità, ATM crea una long list di idonei: a fine giugno le prove selettive


Allo sciopero nazionale dei trasporti aderiranno i lavoratori di Amat, l’azienda di trasporto pubblico urbano di Palermo. Nel dettaglio il personale di movimento e gli autisti di bus e tram aderiranno dalle 8.30 alle 17.30 mentre il personale restante per l’intera giornata lavorativa.  “È assolutamente inaccettabile che le associazioni datoriali continuino a negarci il rinnovo del contratto scaduto ormai da più di tre anni nonostante gli ingenti sostegni ricevuti dallo Stato nel periodo pandemico e gli ulteriori ancora in arrivo”, spiegano i sindacati.

Leggi anche:

Orlando

Aggressione coppia gay a Palermo, Orlando: “il Comune si costituirà parte civile”

La Sicilia non si intossica, arriva il NO ai rifiuti radioattivi

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata