Home

Se l’anno prossimo andrai all’università ed entrerai a far parte del club degli studenti fuori sede, devi cercarti una stanza in affitto. Il primo passo però, spesso, è anche il più difficile e porta con sé stress e confusione. Non sai da dove cominciare, vero? Niente paura, tira un sospiro, siediti e leggi. La stanza perfetta – direte – è quasi un’utopia, ma se si cerca con calma e soprattutto con criterio, si può trovare un’ottima sistemazione.

Ma vediamo il vademecum a cui dovrebbe attenersi ogni studente fuori sede che si rispetti.

  • Il periodo migliore per cercare casa. Innanzitutto la prima regola d’oro è quella di iniziare la ricerca nei mesi estivi, tra luglio e agosto. Già, proprio così le case migliori vanno via come il pane. Chi non l’ha mai fatto spesso sottovaluta la difficoltà di trovare una stanza in affitto e quindi tende a temporeggiare e a iniziare la ricerca troppo tardi, salvo poi sentirsi rispondere «Mi spiace, è già stata affittata!». Datevi una mossa insomma.
  • La ricerca su internet. Dove controllare inizialmente gli annunci delle stanze in affitto? Su internet ovviamente! La macchina del web è una valigia illimitata di informazioni. Badate bene, però, imparate a raffinare le ricerche quando siete su un sito di annunci in maniera tale da evitare la perdita di tempo. Un accorgimento è quello d’inserire sempre il prezzo massimo: è inutile perdere del tempo a leggere annunci di case che non potete permettervi.
  • Case numerose o no? Considerate, quando visionate una stanza, anche quante persone vivono in quella casa. L’esperienza insegna che quando si è studenti, ma anche quando si lavora, è bene optare per case non troppo affollate. Diciamo che il numero ideale per una convivenza è di 3-4 persone. Optare sempre per case con contratto. L’evasione fiscale è un reato, ma nonostante questo vi sono ancora persone che affittano le stanze in nero e, sempre più spesso, chiedono la stessa cifra di coloro che affittano col contratto.
  • Molto spesso, inoltre, vogliono la garanzia che tu stia in quella casa per almeno un anno e se dici che non sei sicuro preferiscono non affittarti la stanza. Allora perché dare soldi a loro? Optate sempre per stanze con contratti d’affitto, anche perché i vostri genitori possono scaricare i soldi spesi per voi, anche quelli degli affitti.
  • Chiedete queste informazioni al padrone di casa.

Ricordatevi sempre di chiedere:

  1. se nell’affitto c’è qualche bolletta inclusa.
  2. se c’è la caldaia o lo scaldabagno.
  3. quante caparre sono richieste.

Occhi aperti, attenti alle fregature: a volte negli annunci mettono un prezzo inferiore rispetto a quello che è realmente o meglio, quando vedono tante persone interessate alzano il prezzo! Se capita questo sappiate mediare e trattare e non fatevi prendere in giro.

Bloccare subito la stanza: se avete la fortuna di vedere la stanza dei vostri sogni non temporeggiate e bloccatela subito. Rimandando, rischiereste di non trovarla più. Buona ricerca.

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Blogger dal 2003, giornalista pubblicista dal gennaio 2013, ha scritto su diverse piattaforme: Tiscali, Il Cannocchiale, Splinder, Blogger, Tumblr, WordPress, e chi più ne ha più ne metta. Ha coordinato (e avviato) urban blog e quotidiani online. Ha scritto due libri: un romanzo e una raccolta di poesie. Ha condotto due trasmissioni televisive sul calcio ed ha curato la comunicazione sul web di un movimento politico di Palermo durante le elezioni amministrative del maggio 2012. Di mestiere vede gente e fa cose. E fa parte dello staff di Younipa.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata