Home

È invasione di meduse giganti nei mari siciliani. Ad essere colpite dal fenomeno soprattutto le coste del Trapanese da Marsala a Selinunte.
Si tratta di specie di meduse non rare mari di Sicilia.

Grosse quanto un pallone, le meduse della specie Rizostoma Pulmo, meglio conosciute come polmone di mare, si trovano in questi giorni in grosse quantità nei mari siciliani. La costa sud-occidentale della Sicilia in particolare è coinvolta da questa strana invasione.

Avvistamenti di questa affascinante creatura a Marsala, Mazara del Vallo, Tre Fontane e Triscina di Selinunte.
“Lo scorso anno – spiega Franco Andaloro, biologo e dirigente di ricerca del Centro interdipartimentale siciliano dell’Istituto nazionale di Biologia, ecologia e biotecnologie marine Anton Dorhn di Napoli al Giornale di Sicilia – abbiamo assistito già all’esplosione della velella, la barchetta di San Pietro. Uno spettacolo della natura: spinte dalle correnti, hanno colorato d’azzurro le nostre spiagge. Altri anni, invece, i bagnanti sono stati terrorizzati dalla diffusa presenza estiva della pelagia noctiluca, la medusa temuta per le ustioni da contatto provocate dal suo sistema urticante di difesa-offesa”.

La presenza del polmone di mare nei mari siciliani sta creando preoccupazione tra i bagnanti ma si tratta di un animale innoquo per l’uomo. Sulle coste sud occidentali della Sicilia, tra luglio e agosto, se sono contate a centinaia.

Il rischi è quello di commettere un reato per i bagnanti con retini e secchi. È infatti vietato catturarle lasciandole morire sotto il sole o, di più, sotterrandoli sotto la sabbia.

La paura è sempre la stessa e, cioè, che il contatto con la medusa può provocare forti irritazioni. Questo tipo di medusa, però, è quasi innocuo. Il consiglio è di ammirare questo bellissimo animale anche perché non provoca alcuna reazione sull’uomo a suo contatto.

“Nuotarle accanto è facile perché e molto meno mobile di altre meduse e prevalentemente sta in superficie – spiega ancora Andaloro – guardando con attenzione si possono spesso osservare, oltre alla bellezza di una simmetria perfetta e l’iridescenza dei colori, anche piccoli pesci come boghe, suri e ricciole che vivono con lei in simbiosi eleggendola nursery, trovando ricovero e difesa sotto il suo ombrello”.

Leggi anche:

Covid. La Sicilia con Rt più alto d’Italia. “Pronti a chiudere”

In grecia i migranti sono abbandonati su gommoni senza motori e lasciati alla deriva

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata