Home

“Sicilia: your happy Island”, un nuovo logo a colori per rilanciare l’Isola nel panorama turistico internazionale e per attrarre i visitatori, ma anche un video con le immagini più suggestive dell’isola.

La presentazione dell’iniziativa

L’iniziativa è stata presentata, nel Villino Florio, dall’assessore regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo Manlio Messina, alla presenza dell’assessore ai Beni culturali e all’Identità siciliana Alberto Samonà.

Al centro della campagna i “colori” che caratterizzano l’isola.

La Sicilia è gialla come il sole che la scalda, blu come le sue acque profonde, arancione (due toni, uno più scuro e l’altro più chiaro) che richiamano i suoi agrumi più famosi ed apprezzati, verde come le chiome dei suoi alberi carichi di leggenda, azzurra come il cielo terso che la incorona, rossa come il magma che ne rispecchia la potenza ancestrale.

Colorate anche le lettere, per scrivere “Sicilia”, congiunte graficamente per non interrompere il flusso di sensazioni.

Le parole dell’Assessore al Turismo Messina

“La Sicilia è stata fortemente penalizzata dal lockdown di tre mesi che se da un lato hanno cambiato il mondo dall’altro hanno azzerato la nostra economia che da sempre vive di turismo e dell’indotto ad esso legato – dice l’assessore Manlio Messina.

Gli imprenditori siciliani e tutta la filiera del turismo, alberghi, tour operators e agenzie di viaggio, guide turistiche, ristoratori, artigiani sono quelli che hanno pagato il prezzo più alto da quando è scoppiata la pandemia Covid-19.

Oggi, come governo Musumeci, vogliamo dire al mondo che la Sicilia è un’isola felice e che desideriamo condividerla con orgoglio e piacere, tratti caratteristici della nostra accoglienza”.

“Bisognerebbe volarci sopra sull’isola, e abbracciarla con una sola veduta nel prisma intero dei suoi colori”.

Raccontare la Sicilia in tutta la sua bellezza attraverso le parole di Gesualdo Bufalino, perdersi in un volo tra le meraviglie che racchiudono tutti gli elementi: aria, acqua, terra e fuoco.

La Sicilia ti aspetta: la nuova campagna di comunicazione della Regione Sicilia

E’ questo il messaggio trasmesso da “La Sicilia ti aspetta”, la nuova campagna di comunicazione dell’assessorato del Turismo e dello Spettacolo della Regione Siciliana.

“Il video che abbiamo realizzato – dice Messina – è un invito a vivere l’arte, la storia, la cultura, i sapori e i meravigliosi paesaggi dell’Isola al centro del Mediterraneo da secoli crocevia di popoli e civiltà oggi punto di riferimento per lo sviluppo culturale e turistico.

La Sicilia è oggi il futuro, luogo in cui trascorrere momenti felici, luogo da cui partire e “ripartire” per una importante ripresa economica che passa soprattutto dal turismo.

Il turismo interno

A svilupparsi in questi mesi sarà soprattutto il turismo interno, ma ovviamente ci auguriamo che tornino presto i visitatori da tutto il mondo”.

La campagna di comunicazione promozionale è stata realizzata con l’obiettivo di percorrere la Sicilia attraverso un viaggio immaginario tra i suoi tesori d’arte tra i meravigliosi paesaggi naturali e tra i sapori ed i gusti di una terra unica e magica.

L’immagine relativa all’anfiteatro di Taormina è di Antonio Parrinello ed è stata fatta nel periodo della pandemia.

I testi il video di Paolo Barone narrano di una terra che è pronta con i suoi elementi magici a riaprire le sue porte ai turisti ed aspettarli dopo un’attesa dettata dall’emergenza covid-19. (ANSA)

Guarda il video:

Leggi anche:

HAI FOTO DELLA SICILIA? LA REGIONE LE COMPRA. ECCO IL BANDO

Coronavirus. In Sicilia test sierologici in 120 comuni, ecco l’elenco

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

1 risposta

  1. Avatar
    FERRARA ROSARIO

    PALERMO ERA FELICISSIMA…. LA SICILIA SOLO HAPPY… e poi ci lamentiamo del lockdown? se in cinque secoli abbiamo perso il superlativo assoluto lo abbiamo perso in cinque secoli non in cinque mesi!

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata