Stato di Emergenza Coronavirus – Il Governo ha deciso di prorogare lo stato di Emergenza fino al 31 ottobre 2020.

Il premier Giuseppe Conte farà una comunicazione al Senato oggi alle 18.30 che sarà trasmessa su Rai2.

Lo Stato d’emergenza attribuisce al governo e alla Protezione civile dei “poteri straordinari” o “speciali”.

Ma nello specifico che cosa cambia per gli italiani?

Stato d’Emergenza: Nuove zone rosse

La proroga consente di istituire, in caso di gravi focolai, nuove “zone rosse”, ovvero totalmente confinate e chiuse agli scambi con l’esterno.

Scuola

Il provvedimento permetterà di acquistare tutto il materiale necessario a far ripartire in sicurezza la scuola: mascherine, gel, banchi, distanziatori di plexiglas, saltando alcuni passaggi per l’affidamento degli appalti che seguono percorsi agevolati.

Stato d’Emergenza: Smartworking

Per la durata dello stato di emergenza i dipendenti pubblici e quelli privati possono rimanere in smartworking secondo le modalità che vengono concordate con l’azienda. Nella pubblica amministrazione, per una norma contenuta nel decreto Rilancio, i dipendenti rimarranno in smartworking fino al 31 dicembre.

Blocco dei voli

Lo stato di emergenza consente anche di bloccare i voli da e per gli Stati che vengono ritenuti a rischio, oppure di individuare nazionalità che non sono ammesse in Italia.

Posti letto in alberghi e caserme

Nel caso di seconda ondata di Covid-19 la proroga permette di reperire posti letto in strutture diverse dagli ospedali, ad esempio le caserme o gli alberghi.

Leggi anche:

Coronavirus. Record di nuovi contagi in Cina, sono ai massimi da marzo

Coronavirus. Musumeci:”Non escludo misure restrittive”

Condividi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata