Home

Il 17 e il 18 giugno, torna la musica allo stadio Renzo Barbera per un evento imperdibile! Arriva il Palermo Festival, la manifestazione musicale che ripercorrerà i migliori anni della musica Pop anni ’70.

Palermo come Woodstock

Un ritorno al glorioso passato. Già perché forse non tutti sanno ma lo Stadio Renzo Barbera proprio negli anni ’70 ospitò il primo vero  festival ‘underground’ in Italia. Una sorta di Woodstock tutto siciliano, con una serie di concerti rivoluzionari per quegli anni, con artisti dal calibro di Aretha Franklin, Arthur Brown e molti altri.

Oggi, questo mito rivive grazie all’associazione culturale ‘No profit Palermo Festival‘, che ha deciso di ereditare la grande identità culturale di quei tempi ispirandosi alla manifestazione musicale che anni fa cambiò le coscienze di tantissimi giovani siciliani.


Leggi anche: Palermo, torna lo spettacolare video mapping a Santa Caterina: date e costi


Palermo Festival: il programma delle giornate

Il festival, con il patrocinio del Comune di Palermo e della Palermo Calcio, prenderà il via venerdì 17 giugno con un’intera giornata dedicata al color Party, in partnership con Radio Time e Radio Time 90 che accompagneranno il pomeriggio con i migliori brani pop e dance degli anni novanta.

Il 18 giugno sarà invece la giornata dedicata ai concerti in cui si alterneranno dj set e live performance di artisti e cantautori italiani della scena indie e pop.

Durante le giornate del Festival sarà inoltre allestita nel foyer dello Stadio una mostra fotografica sul Palermo Pop 70 con foto inedite. Ai giovani artisti emergenti, sarà data la possibilità di partecipare al Premio “Joe Napoli e Silvana Paladino”, in memoria degli organizzatori del Pop 70.

“Steve McCurry For Freedom”: da Palazzo Reale di Palermo l’urlo di denuncia delle donne afghane

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata