Home

Non sono io Denise Pipitone, sono sicura“. La giovane romena che da due giorni è braccata dai cronisti a Scalea (Cosenza) ha deciso di rispondere a diverse domande, affermando di essere certa di non essere lei la ragazza scomparsa a Mazara del Vallo nel 2004. Peccato che ci siano davvero troppe coincidenza.

Ultimissime su Denise Pipitone, la verità raccontata dalla ragazza di Scalea

Una fra tutti la cicatrice sul volto, su un sopracciglio, la stessa cicatrice che aveva sul volto la piccola Denise di Mazara del Vallo. Denisa, così ha detto di chiamarsi, ha commentato così il segno sul volto. “Sono caduta da cavallo quando ero piccola e non ho alcun problema a fare un test del Dna”, ha detto ospite a Pomeriggio Cinque, trasmissione tv in onda su Canale Cinque, la ragazza 19enne impiegata come parrucchiera a Scalea, in provincia di Cosenza, che nelle scorse ore era stata segnalata alle forze dell’ordine per la forte somiglianza a Denise Pipitone.


Leggi anche: Bollettino Covid, contagi e nuove vittime in rialzo: i dati nazionali e siciliani


“Sono scioccata. Conosco il caso di Denise Pipitone – ha aggiunto – ma non ho mai sospettato di essere lei. Alla signora Piera Maggio mi sento di dirle di non perdere mai la speranza di cercare sua figlia e spero che possa ritrovarla”.

“Anche io ho avuto problemi familiari, ma non so perchè dicono che sia io Denise Pipitone: io mi chiamo Denisa e abito a Cosenza, sono qui a Scalea da amici”.

Leggi anche:

Denise Pipitone

Denise Pipitone, accertamenti in Calabria su una 21enne: ci sono forti analogie

Pfizer

Vaccino, Pfizer ‘richiama’ l’Italia: “Seconda dose a 21 giorni, attenetevi ai nostri studi”

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata