L’Università di Palermo, a integrazione dell’avviso pubblicato il 28 aprile scorso, precisa:

L’attuale Regolamento d’Ateneo per la disciplina del Programma Comunitario Erasmus+ Azione Chiave 1 mobilità individuale degli studenti e per il riconoscimento dei periodi di mobilità di studenti in uscita per studio e tirocinio – EU Programme Countries (D.R. n. 2292/2017) prevede (art. 20) il riconoscimento delle attività formative svolte dai “visiting students”, i quali scelgono di propria iniziativa l’Università di destinazione ed organizzano autonomamente il proprio soggiorno di studio.

È inoltre consentito agli studenti di inoltrare richiesta per mobilità come “visiting students” presso Istituzioni Accademiche straniere con le quali sussiste un accordo Erasmus+ secondo le modalità descritte nel Regolamento. Detta mobilità deve essere programmata così che le attività di autorizzazione di “visiting student” non confliggano in nessun caso con le procedure di selezione del bando Erasmus+. In tali ultimi casi, il ruolo di Mobility Tutor viene assunto dal Coordinatore di sede dell’accordo, mentre nel caso in cui siano individuate altre Università il Mobility Tutor sarà il Coordinatore del Corso di studio.

Si ribadisce pertanto che gli studenti interessati alla mobilità nella qualità di Visiting Students devono contattare autonomamente le istituzioni straniere, verificando l’esistenza delle condizioni per essere ammessi a svolgere un periodo di mobilità presso quelle Università.

Ad eccezione dell’Università Comenius di Bratislava – relativamente alla quale tale verifica è già stata effettuata e che, per il prossimo anno accademico 2020-21, ha dichiarato la disponibilità ad accogliere, oltre ai tre vincitori del Bando Erasmus+, 14 Visiting Students – tutti gli altri studenti che aspirano alla mobilità nella qualità di Visiting Students dovranno pertanto autonomamente contattare le Università straniere e solo dopo avere ricevuto la email di accettazione potranno procedere alla presentazione della richiesta di cui all’avviso dello scorso 28 aprile.

Condividi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata