Home

Dopo un mese e mezzo di lockdown, ci stiamo avvicinando, giorno dopo giorno, alla cosiddetta fase 2 di questa emergenza da Coronavirus. Negozi, aziende grandi e piccole, tutti – o quasi – sono pronti a riaprire. E se la scuola, quasi certamente, non riaprirà prima di settembre, le università pensano di tornare operative tra qualche mese. . Vediamo meglio come.

Verso la fase 2 nelle Università: esami in presenza da luglio?

Sembrerebbe che il futuro degli atenei italiani si stia decidendo in questi giorni. Come riportato dal Sole 24 Ore, infatti, il Ministro dell’Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi, ha inviato al Cun (Consiglio Universitario Nazionale), alla Crui (Conferenza dei Rettori delle Università italiane) e agli studenti italiani, una prima bozza di cronoprogramma per la fasi 2 e 3 dell’emergenza Coronavirus. Queste fasi vedranno la riapertura parziale degli atenei, almeno per iniziare a normalizzare nuovamente gli esami universitari e le sedute di laurea, ventilando l’ipotesi di poter svolgere di persona queste attività in Università, già dalla sessione estiva, a partire da luglio 2020, per lo meno per quegli atenei più piccoli e ubicati nelle zone meno colpite dal contagio. E c’è di più, in questa fase 2 potrebbero ricominciare anche i tirocini dell’area sanitaria e i laboratori didattici, sempre a seconda delle Università, e alternando la presenza fisica all’e-learning, almeno fino a gennaio 2021.

Corsi universitari online fino a gennaio 2021?

Ricordando che per il momento ci si sta basando su delle bozze di decreto, e che comunque ogni ateneo avrà libertà di disporre tutte le misure di sicurezza che riterrà necessarie, sembrerebbe che comunque le lezioni online siano destinate a un prolungamento fino almeno a gennaio 2021, soprattutto per gli studenti stranieri e i fuorisede che non hanno possibilità di tornare in ateneo. Ecco dunque che prende sempre più piede l’idea di una didattica universitaria mista per le fasi 2 (ipotizzata da maggio 2020 a fine agosto 2020) e per la fase 3 (da settembre 2020 a gennaio 2021), ovvero con una parte di attività in presenza, che però non potrà ancora sostituire del tutto le attività di e-learning, che quindi continueranno, come sta già avvenendo in questo periodo. Tuttavia, si aspettano comunicazioni ufficiali da parte del Ministero dell’Università e della Ricerca.

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.