Il chiarimento sul sito del governo in una delle Faq sul dpcm

Dal quattro Maggio, con l’avvio della FASE 2, esami universitari e lauree si potranno svolgere, «in presenza a condizione che vi sia un’organizzazione degli spazi e del lavoro tale da ridurre al massimo il rischio di prossimità e di aggregazione».

Lo si apprende dal sito del governo, in una delle FAQ sul DPCM. Se non è possibile assicurare «la presenza degli studenti, si potrà ricorrere alle modalità a distanza». Tirocini e attività di ricerca possono riprendere in presenza a condizione che gli spazi siano organizzati in modo da tenere le distanze.

ECCO NEL DETTAGLIO LE RISPOSTE DEL GOVERNO AL QUESITO POSTO

  1. Si possono tenere le sessioni d’esame e le sedute di laurea?
    , potranno essere svolte in presenza a condizione che vi sia un’organizzazione degli spazi e del lavoro tale da ridurre al massimo il rischio di prossimità e di aggregazione e che vengano adottate le misure organizzative di prevenzione e protezione indicate dal Dpcm del 26 aprile 2020.
    Nel caso in cui non possa essere assicurata l’adozione di tali misure, ovvero in tutti gli altri casi in cui non si renda possibile la presenza degli studenti, si potrà ricorrere alle modalità a distanza, nel qual caso dovranno comunque essere assicurate le misure necessarie a garantire la prescritta pubblicità.
  2. Cosa cambia per le attività pratiche nel campo della ricerca e della formazione superiore (tirocini, attività di ricerca e di laboratorio sperimentale e/o didattico ed esercitazioni)?
    Tali attività potranno ricominciare ad essere svolte in presenza a condizione che vi sia un’organizzazione degli spazi e del lavoro tale da ridurre al massimo il rischio di prossimità e di aggregazione e che vengano adottate le misure organizzative di prevenzione e
    protezione indicate dal Dpcm del 26 aprile 2020.
    Nel caso in cui non possa essere assicurata l’adozione di tali misure, ovvero in tutti gli altri casi in cui non si renda possibile la presenza degli studenti e/o ricercatori, si potrà ricorrere, ove possibile, anche alle modalità a distanza.

Adesso non rimane che attendere le disposizione che, in autonomia, potranno assumere i singoli atenei.

Abbiamo concordato con il rettore un’intervista telefonica, speriamo che si possa svolgere a breve e chiederemo per voi anche questo

Condividi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata