Home

Prendere o lasciare un voto basso all’esame?

Hai passato mesi a preparare un esame difficilissimo oppure hai provato a fare un esame un po’ a caso, tentando e sfidando la sorte? Quasi sicuramente il risultato sarà stato lo stesso: un voto basso. L’enigma quindi, è dietro l’angolo: prendere o lasciare? La difficoltà del dover accettare un voto che magari potrebbe essere migliorato la fa sempre da padrone, c’è poco da dire, soprattutto quando magari il Professore si è impegnato nel fare le domande relative agli argomenti sui quali eri meno preparato. Quindi, cosa fare? Accettare ed andare avanti o fare un passo indietro e prepararlo di nuovo, in maniera più approfondita?

Valutare i pro e i contro

Uno dei passi fondamentali e principali quando si è alle prese con un voto basso e non si sa bene quale decisione prendere, è quello di valutare in maniera accurata i pro e i contro del caso. Ci sono dei punti da prendere in considerazione:

  • quanto puoi migliorare la tua preparazione? E’ molto importante saper valutare quali siano i margini di miglioramento che possono scaturire da un eventuale diverso studio degli argomenti e se c’è o meno la possibilità di aumentare le tue conoscenze. Ti sei preparato in maniera fretolosa e hai provato a fare l’esame anche conoscendo poche nozioni?
  • il Professore potrebbe apprezzare un ulteriore approfondimento? Diciamoli chiaramente, ci sono dei docenti che, in base alla loro materia di insegnamento, sanno essere abbastanza “tirati” nel dare voti alti. Valuta bene se questo è il tuo caso o se magari, invece, il tuo Professore apprezzerebbe un tuo rifiuto e la volontà di prepararti di nuovo.

Insomma, qualsiasi siano le motivazioni che ti hanno spinto a presentarti all’esame, valuta bene se puoi migliorare e approfondire i concetti richiesti in sede di esame.

Quando un esame blocca il tuo percorso, meglio accettare?

Davanti all’eventualità di un esame propedeutico e quindi obbligatorio per passare oltre, è bene, spesso, accettare il voto che viene dato anche se basso. Si tratta di un modo per poter sbloccare la tua carriera e non essere fermo per mesi. Non lasciarti però scoraggiare, in quanto un voto basso non può andare a rovinare la media e potrai comunque impegnarti di più negli esami successivi, approfondendo in maggior misura tutti i concetti fondamentali da presentare in sede di verifica, magari aiutandoti anche con degli appunti strategici.

Leggi anche:

Gli errori che ti fanno perdere tempo mentre studi

Estate 2020: ecco le spiagge più belle e pulite d’Italia

Università. Esami in presenza nelle discoteche… e si risolve tutto

Conosciamo Unipa. Numeri, curiosità e altro

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata