Home

«Mai avrei pensato un giorno di raccontare di esser stato fregato da un parente, uno della mia famiglia. E invece…».

Inizia così il lungo sfogo al Corriere di Alessandro Borghese, volto noto del programma Quattro Ristoranti e chef ormai affermato. Dopo il drastico calo subito a causa del lockdown, arriva l’altra batosta, anzi, l’altra doppia batosta, si perché pare sia stato fregato due volte dallo stesso!

Ma procediamo con ordine…

Lo chef e il suo commercialista, ormai di fiducia tanto da essere considerato uno di famiglia, si conoscono nel lontano 2009. Da quel momento inizia tra loro un rapporto di fiducia, dovuto per cause di forza maggiore al lavoro di un contabile che conosce i segreti finanziari di una persona e li tiene al sicuro, e dovuto anche alla pregressa conoscenza con la sua attuale moglie.

Lui stesso ammette «Mi fidavo di lui come di me stesso. E lui era rassicurante: “Alessandro non ti preoccupare, ti faccio i bonifici io”. A me andava bene: faccio il cuoco, non capisco nulla di conti. Infatti non lo controllavo».

Ma pian piano i conti non gli quadrano

Pian piano lo chef nota che il tenore di vita dell’amico commercialista è decisamente migliorato, tanto da potersi permettere vacanze in hotel lussuosi con tutta la sua famiglia.

Parallelamente nota anche che il proprio conto non lievitava come invece avrebbe dovuto.

Pur non essendo un commercialista, sa che due più due però fa quattro, così indaga e scopre l’arcano!

L’amico, che già prendeva uno stipendio di 5mila euro al mese, si stava anche fregando i suoi soldi, per una cifra che si aggira intorno ai 200mila euro, soldi che l’uomo ha finito di restituirgli tre settimane fa, forse vendendo un immobile.

Borghese, oltre la beffa, l’inganno!

Ma la storia non finisce qui. Infatti lo chef scopre anche di essere indagato assieme alla moglie Wilma Oliverio. Lui stesso racconta «Un fulmine a ciel sereno. La Guardia di Finanza è venuta a casa nostra cercando documenti che non avevamo e che erano presso di lui o del socio del suo vecchio studio. Pare siano coinvolti in una brutta vicenda di false fatturazioni. Spero che le indagini puntino a capire se io ne sapessi qualcosa. Ma io ero completamente all’oscuro e lo dimostrerò. Ecco perché sono incazzato: questa bastardata fatta alle spalle mie e di mia moglie, può distruggere una vita di onesto lavoro. Sono una brava persona. Devo solo tirare dritto e pensare a difendere me, mia moglie e le mie figlie, dimostrando che con queste fatture farlocche non c’entro nulla».

Se c’è una cosa che lo chef ha imparato però, sin da quando era ragazzino, è provare a rialzarsi. Infatti Alessandro Borghese ha tenuto testa a questo anno che ha messo in ginocchio la sua attività e in generale il settore della ristorazione. Ma abbattersi non serve a nulla, si sa!

Bisogna tenere testa a chi si nasconde dietro l’angolo, pronto per l’agguato!

Che se non c’è il Covid a toglierti tutto, c’è sempre qualcun altro pronto a farlo, come in questo caso un caro amico.


Leggi anche:

Bimbo di 4 anni aveva il Covid già nel novembre 2019

Coronavirus. Sicilia, 9 dicembre, netto calo dei nuovi contagi

I ferragnez insigniti dell’Ambrogino d’Oro


Condividi
Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata