Home

Il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha rilasciato un’intervista al quotidiano ‘Il Corriere della Sera’ (edizione di oggi, venerdì 17 aprile) all’interno della quale ha ribadito come la situazione in Italia sia ancora troppo pericolosa per tornare subito a scuola come faranno in Germania e forse in Francia.

Lucia Azzolina: ‘Non si torna in classe, troppi rischi’

‘Il governo a giorni prenderà una decisione – ha dichiarato il numero uno del dicastero di Viale Trastevere – Ma con l’attuale situazione sanitaria ogni giorno che passa allontana la possibilità di riaprire a  maggio. Significherebbe far muovere ogni giorno oltre 8 milioni di studenti’.

Il ministro ha sottolineato come non si possono cancellare gli sforzi che si sono fatti sinora, tenendo presente che solo nella giornata di ieri si sono registrati 525 decessi.
La comunità scientifica consiglia di seguire un principio di cautela: si tratta di una decisione molto politica, niente affatto scontata.
Lucia Azzolina ha sottolineato come i bambini più piccoli siano più a rischio ma, nello stesso tempo, ha promesso che il governo aiuterà le famiglie con un’estensione del congedo parentale e del bonus baby-sitter.

Didattica a distanza, valutazione studenti ed esame di maturità 2020

In merito alla valutazione degli studenti, Lucia Azzolina ha dichiarato che, alla fine, tutti gli studenti avranno un voto: coloro che risulteranno insufficienti avranno modo di recuperare il prossimo anno attraverso delle attività individualizzate. Secondo il ministro, la didattica a distanza ha permesso di mettere in sicurezza l’anno scolastico che, altrimenti, sarebbe andato perso.
Per quanto concerne, invece, la questione legata allo svolgimento dell’esame di maturità, Lucia Azzolina ha escluso l’ipotesi mista, ovvero quella degli studenti a scuola e dei professori a casa.
L’esame in presenza sarebbe auspicabile, ha dichiarato il ministro, ‘vedremo se si potrà’.

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.