Home

L’Albergo delle Povere ospiterà dal 6 giugno al 31 luglio la mostra “Blocks”, con la partecipazione di 28 artisti da tutto il mondo 

“Blocks, storie di dialoghi oltre i limiti” è il titolo della rassegna artistica ospitata dall’Albergo delle Povere in Corso Calatafimi 217 dal 6 giugno al 31 luglio 2021. La struttura ha spesso ospitato diverse mostre nel corso degli anni. La mostra propone le opere di ben 28 artisti provenienti da tutto il mondo. L’organizzazione è a cura di I-Design, della storica dell’arte Daniela Brignone e dall’omonima storica Daniela Brignone. L’ingresso è gratuito ma su prenotazione.

Lo scopo della mostra “Blocks”

All’interno delle sale sono esposti lavori pittorici, fotografie, installazioni, sculture, video e performance che raccontano i muri, i conflitti e le storie che hanno alzato le troppe barriere della contemporaneità. Gli artisti cercheranno di abbattere i “blocks”, ovvero i blocchi, facendo “dialogare” tra loro le varie opere.

Il percorso è suddiviso in  4 sezioni: conflitti, controllo e potere, pregiudizi, dialoghi. Gli artisti selezionati raccontano il loro punto di vista riguardo ciò che hanno vissuto o conosciuto in maniera diretta o indiretta. Essi cercano di trasmettere un messaggio: superare muri e conflitti per raggiungere un futuro pregno di libertà e condivisione. “L’anno che ci lasciamo alle spalle – spiegano le curatrici– dimostra che l’idea stessa di “limite” ha bisogno di essere aggiornata. Che serve accendere i riflettori su cosa oggi significhi e come questo concetto vada re-interpretato rispetto alle urgenze dell’epoca in cui viviamo e agli equilibri geopolitici del nostro tempo».

I patrocinanti della mostra

L’ evento è stato promosso dall’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana. Insieme al Museo Riso, alla Fondazione e all’Ordine degli Architetti di Palermo e al Rotary eClub Colonne d’Ercole di Palermo. E’ il primo grande evento internazionale d’arte in Sicilia che segna l’inizio della frequentazione dei luoghi d’arte. Grazie alla collaborazione con l’Istituto dei Ciechi di Palermo e con l’Unione Italiana Ciechi, la mostra è fruibile con visite guidate anche a ipovedenti e non ciechi (info: 091 540324). E’ stato anche messo a disposizione uno scoiattolo, gentilmente concesso dal Rotary, per consentire le visite alle persone con disabilità motoria.

Le parole dell’assessore Samonà

“L’arte può denunciare e, al contempo, testimoniare una realtà dalla quale liberarci. “Blocks”, attraverso 28 artisti di tutto il mondo racconta muri, limiti, guerre, blocchi, alcuni storici e fisici come il muro di Berlino, i blocchi della Cina comunista o il conflitto fra israeliani e palestinesi, che di recente ha avuto un’ulteriore drammatica appendice. Altri, meno visibili, come i blocchi a cui l’umanità si è abituata a causa delle limitazioni imposte dall’emergenza pandemica o i meccanismi della globalizzazione che ci intruppano in modelli stereotipati”. Queste le parole dell’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana Alberto Samonà.

“Se un tempo – prosegue l’assessore – la separazione e i muri avevano un significato quasi esclusivamente geopolitico, oggi, abbiamo scoperto una forma più claustrofobica di “blocco” che, annullando l’incontro e il confronto, imponendo coprifuoco e copie surrogate di rapporti sociali, ha spinto ciascuno verso una dimensione individualistica che allontana dalla socialità: da ciò può scaturire una sensazione di prigionia, da cui siamo chiamati a liberarci attraverso l’arte e la cultura. Ed è anche per questa ragione che riaprire l’Albergo delle Povere con una grande mostra è, forse, la gioia più grande, perché ci restituisce il piacere di tornare alla socialità, alla libertà, alla vita”.

La lista degli artisti partecipanti

Gli artisti che prendono parte alla collettiva sono: Eyal Ben Simon (Israele), Liu Bolin (Cina), Paolo Canevari (Italia), Mateusz Choróbski (Polonia), Paolo Cirio (Italia), Andrea De Carvalho (Brasile), Vittorio Corsini (Italia), Doplgenger (Serbia), Osvaldo Gonzáles (Cuba), Igor Grubić (Croazia), Maryam Jafri (Pakistan), William E. Jones (Stati Uniti), Jon Kessler (Stati Uniti), Sophie ko (Georgia), Julia Krahn (Germania), Sigalit Landau (Israele), Thomas Lange (Germania), Almagul Menlibayeva (Kazakistan), Hassan Musa (Sudan), Adi Nes (Israele), Adrian Paci (Albania), Valentina Palazzari (Italia), Donato Piccolo (Italia), Renato Ranaldi (Italia), Mario Rizzi (Italia), Steve Sabella (Palestina), Philip Topolovac (Germania), Uli Weber (Germania).

Leggi anche:

UniCredit assume, posizioni aperte in varie sedi: ecco come candidarsi

Concorso per Amministrativi, 199 posti per Diplomati: ecco il Bando

È morto Michele Merlo, l’ex cantante di “Amici” in arte Mike Bird aveva 28 anni

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Giovane siciliana amante del buon mangiare e del buon bere. Ho una laurea in Relazioni Internazionali e Diplomatiche e da poco ho conseguito un Master in Food and Wine Management. Il confort food esiste per tirarti su il morale anche nei momenti peggiori, mai dimenticarlo. Spero di diventare una sommelier prima o poi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata