Home

Tra le disposizioni per fermare la diffusione del Coronavirus, oltre alle limitazioni negli spostamenti e all’esortazione a restare a casa, è stata data molta importanza anche all’igiene. Bisogna disinfettare le scarpe e le giacche una volta rientrati in casa? E la candeggina è un buon disinfettante? Per risolvere ogni dubbio ecco una mini guida, già proposta da ‘IlSole24ore’, con le indicazioni dell’OMS, del Ministero della Sanità e dell’Health of China 2020.

Coronavirus: i consigli per difendere la casa dal virus

Dall’amuchina fai-da-te alla candeggina usata per pulire le zampette dei nostri amici a quattro zampe. Da quando è scoppiata l’emergenza Coronavirus le chat di WhatsApp e i gruppi di Facebook sono stati presi d’assalto da una marea di consigli, spesso falsi, relativi alla pulizia quotidiana e all’igiene personale. Per fare chiarezza, noi di Skuola.net abbiamo deciso di raccogliere alcuni accorgimenti elaborati in base all’esperienza acquisita in diversi Paesi nella lotta contro il Coronavirus:

Dedicati alla pulizia della casa: per vivere in un ambiente sano e impedire la proliferazione di batteri, muffe e virus è di fondamentale prestare molta attenzione all’igiene e alla pulizia degli ambienti domestici, soprattutto se si vive con anziani, malati o immunodepressi.Non esagerare con i disinfettanti: è importante utilizzarli ma attenzione a non esagerare! Intaserai l’ambienti di sostante volatili allergizzanti e dannose, indebolendo le tue difese. Lascia le scarpe all’esterno: per evitare di far entrare in casa microrganismi e virus è consigliabile lasciare le scarpe all’esterno e appendere cappotti, giacche e calzoni sul balcone.Non toccare maniglie esterne: quando esci evita di toccare maniglie esterne senza guanti o se non sono state disinfettate con alcool denaturato o candeggina. In questo modo eviterai i concentrati di microrganismi di tutte le specie.Fai ventilare casa: per non respirare aria viziata è importante far ventilare casa aprendo tutte le finestre. Se vivi in città o in zona inquinata, ricorda di farlo nelle ore in cui c’è meno smog, quindi di sera o al mattino molto presto. Se hai problemi respiratori o ti raffreddi spesso non dimenticare di coprirti molto bene.Imposta la temperatura adeguata nei lavaggi: per distruggere germi e virus bisogna lavare i panni in lavatrice con temperatura sopra i 60 gradi e le stoviglie sopra i 70. Se in casa ci sono persone immunodepresse è importante fare dei lavaggi separati. Lava bagno e sanitari con candeggina o alcool: il bagno è il posto in cui prosperano più batteri a nostra insaputa. È fondamentale, dunque, usare alcool o candeggina e ricorrere a diversi strumenti per avere sanitari inattaccabili da batteri e calcare come ad esempio un copri asse per il water.

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.