Gli esami nella vita non finiscano mai. Non importa quanti tu ne abbia già superati, prima o poi l’ansia da esame può giocare brutti scherzi.

L’ansia pre esame e, più in generale, la paura degli esami universitari è una delle cose più diffuse tra gli studenti.

L’ansia si rivela un grosso problema anche durante la fase di preparazione dell’esame. Chi è molto ansioso, infatti, a causa del nervosismo, non riesce a concentrarsi sullo studio. Nei casi peggiori lo studente può passare ore sui libri senza riuscire ad apprendere nulla

Che tu sia un novellino o un veterano, questo poco importa, se nei momenti clou te la fai sotto, questi consigli su come affrontare l’ansia da esami potrebbero fare al tuo caso.

1. Studia!

Per chi soffre di ansia da esame, è particolarmente importante arrivare all’esame ben preparati. Infatti, salvo nei casi in cui l’ansia da esame è così grave da degenerare nel panico, chi ha studiato riesce sempre a cavarsela. Magari, non farà un esame brillantissimo e magari prenderà meno di quanto meriterebbe, ma riesce ugualmente a superare la prova.

Quindi, se vi aspettavate qualche trucchetto metafisico per battere la “cacarella” prima dell’esame ricordate sempre che la strategia N.1 per superare l’ansia da esame è lo studio organizzato ed efficace.

2. Attenzione ai vostri pensieri

Ripetersi continuamente affermazioni come: “Non posso farcela: ho troppe cose da studiare. E’una materia troppo difficile per me e cosi via.”. Non meravigliatevi che non riuscite a concentrarvi sullo studio!

Quindi, fate attenzione al vostro dialogo interiore. Sostituite affermazioni negative come “non posso farcela” con affermazioni incoraggianti come “posso riuscirci e ci riuscirò”.

3. Fate un programma di studio

E’ facile farsi prendere dal panico se non sai quanto devi studiare e di quanto tempo hai bisogno. Per ridurre e affrontare l’ansia da esame, definisci subito un programma di studio. Per farlo puoi utilizzare il metodo del backward planning.

4. Trovate una valvola di sfogo per l’ansia

E’ importante che il vostro programma di studio comprenda dei momenti da dedicare ad attività piacevoli che vi permettano di “staccare la spina” e di non pensare per un po’ alla prova che vi attende. Qualsiasi attività va bene purchè gradita. Anche se avete molte cose da studiare è importante concedersi delle pause per rigenerarsi.

5. Provate ad evitare le persone che sono solite fare previsioni o lamentarsi del possibile fallimento ancor prima che l’esame abbia luogo.

6. Non trasformatevi in uno “zombie”

Molti studenti arrivano all’esame in uno stato psicofisico disastroso. La causa? Notti passate sui libri, tonnellate di caffè bevute per restare svegli, alimentazione irregolare (a molti si chiude lo stomaco per l’ansia, ma in compenso pasticciano con il cibo tutto il giorno).

Cercate di non cadere in questa trappola, trattatevi invece come un atleta prima di una gara. Le vostre prestazioni intellettuali sono influenzate dal vostro stato psicofisico, quindi le notti in bianco sui libri sono da evitare ad ogni costo.

7. Concentrare la mente verso esercizi di rilassamento

Cercate di portare il cervello a spostare la concentrazione da un’altra parte.

Non ha senso focalizzarti di continuo sull’esame e sull’ansia che ne consegue. E se cominciate ad avvertire dolori allo stomaco, difficoltà nell’addormentarti e il bagno diventa il tuo migliore amico, fermati un momento e rilassati. Sul serio.

Condividi