Home

Con la nuova squadra di Ministri e il nuovo Governo, guidato dal tecnico economico Mario Draghi, arriva il cambio di poltrone e di ruoli istuzionali. Giuseppe Conte ha salutato nella tarda mattinata, accompagnato dalla sua compagna Olivia Padalino e dalla felicità invisibile di Matteo Renzi, i palazzi della politica romana. Per quasi tre anni ha ricoperto il ruolo del Presidente del Consiglio.

La storia politica ricorderà i Governi guidati da Conte, con i nomi Conte I, appoggiato da Lega e Movimento 5 stelle, e poi il Conte II, guidato dalla sinistra, dal Movimento 5 stelle e da Renzi.

I suoi stimatori e fan lo hanno fin da subito chiamato “l’avvocato del popolo“, proprio per la sua cattedra di diritto. Soprannome che l’ex Presidente del Consiglio portava fiero come un ragazzino porta fiero una medaglietta da boy scout. I suoi detrattori lo hanno chiamato “il coniglio uscito dal cilindro di Di Maio“, a causa della sua non presenza in politica prima che venisse chiamato dall’Università di Firenze.

Le bimbe di Giuseppe Conte non lo abbandoneranno

Durante il primo lockdown, resteranno celebri frasi come “stiamo distanti oggi, per poterci abbracciare domani“. Proprio per questo tipo di parole Conte ha aumentato le sue fanbase, tanto da crearsi le famigerate bimbe di Giuseppe Conte. Sono loro a difendere a spada tratta il loro beniamino. Sono state loro ad incitare Giuseppe “contro la forza delle tenebre (ndr, Matteo Salvini e Giorgia Meloni). Loro, anche se Conte non sarà più Presidente del Consiglio, promettono che non lasceranno mai il loro mito.

A confermare le parole, rincarate da una dose di tristezza per non poterlo vedere più così frequentemente, i social. Il gruppo, che idolatra l’avvocato del popolo, ha quasi 350mila follower e bimbe impazzite per lui su Instagram. Mentre su Facebook le bimbe sono 150.000. E proprio su Facebook arriva la commovente dedica. Se Luigi Tenco, nella storia della musica, dedicò alla sua amata Dalida “Ciao amore, ciao”, le bimbe di Conte dedicano a Conte queste frasi riempite da emoji con la faccia piangente: “Ciao amore, ciao amore, ciao amore ciao. Grazie di tutto, Presidente! Le tue bimbe per sempre“. E poi un hastag #Con(te), che sta a significare che le bimbe di Conte non lo lasceranno mai. Per sempre.


Le nuove gaffe telematiche: come il Covid ci ha fatto scoprire nuovi modi di fare brutta figura

Passaporti sanitari: Tutti li criticano, ma tanti paesi già li prevedono


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Alessandro Morana

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata