Home

Un tratto dell’autostrada A19 Catania-Palermo chiuso abusivamente al traffico per una gara clandestina di auto. E’ quanto accaduto l’11 luglio scorso e per quei fatti la polizia stradale di Catania ha denunciato 4 persone, tre delle quali con precedenti per armi, droga e reati contro il patrimonio, e sequestrato due potenti Bmw.

Secondo la ricostruzione degli investigatori, da tempo, gruppi di automobilisti si davano appuntamento alla sera nel parcheggio di un centro commerciale della zona sud o davanti alla piscina comunale di Nesima, per esibizioni di guida spericolata.

E’ accaduto anche la notte dell’11 luglio, ma poi una parte dei partecipanti si è trasferita nel tratto iniziale della A19, parcheggiando le auto lungo la corsia di emergenza e fino allo svincolo per la tangenziale, nel punto dove è stato fissato il traguardo. ”Una sorta di tribuna dell’autodromo”, l’hanno definita i poliziotti.

Come si vede nel video, nel frattempo due auto di grossa cilindrata si posizionavano appaiate sulla carreggiata, in parallelo in attesa del segnale di inizio competizione. Il primo tentativo di “partenza” della gara clandestina fallisce per il sopraggiungere all’improvviso di un autocarro. Il secondo tentativo per i due conducenti è quello buono e sfrecciano fino agli “spettatori” ad una velocità stimata di oltre 260 Km/h.

Il Codice della Strada parla chiaro, vietando qualsiasi tipo di competizione sportiva organizzata su strada, a meno che non sia fatta previa autorizzazione di un’autorità competente.

Il Codice della Strada punisce chiunque organizzi, diriga o promuova una competizione sportiva di velocità con veicoli a motore senza esserne autorizzato, con la reclusione da 1 a 3 anni e una multa da 25.000 a 100.000 euro.

La pena è estesa a chiunque partecipi alla gara non autorizzata. Se durante la competizione si verifica un episodio di morte, la pena di reclusione sale dai 6 ai 12 anni, in caso di lesione personale dai 3 ai 6 anni.

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata