Home

Adesso che tutto sembra migliorare e che la situazione pandemica si sta stabilizzando, cerchiamo di capire, dal punto di vista scientifico a che unto siamo.

Leggi anche: Palermo, monopattino investe bimba in via Maqueda: tragedia sfiorata

Age of pandemics: il rapporto degli scienziati

Ci aiutano in questo gli scienziati. il panel di 26 esperti provenienti da tutto il mondo ha stilato un rapporto sullapandemia. I documento è stato pubblicato sul sito della Commissione Europea, in occasione del Global Health Summit di oggi e rilanciato dall’Iss. Il rapporto dice che il mondo sta entrando in una “age of pandemics”.

“Gli sforzi di oggi per affrontare il Covid-19 – avvertono gli esperti – dovrebbero includere investimenti e misure di risposta che abbiano il maggior potenziale possibile per un miglioramento sostenibile della prevenzione, inclusi gli investimenti in risorse umane e nella loro formazione, della preparazione e della risposta alle minacce globali per la salute”.

“La probabile traiettoria per il SarsCoV2 è di diventare endemica con dei focolai stagionali. Potranno essere causati dalla diminuzione dell’immunità naturale, della copertura globale insufficiente dei vaccini e/o dell’emergere di nuove varianti non controllate dai vaccini attuali. Nuove ondate epidemiche sono dunque possibili soprattutto nei paesi con bassa copertura vaccinale“. E’ quanto aggiunge il panel di 26 scienziati. “Un’equità globale nell’accesso alle risorse”, avvertono, “è sia un imperativo morale che un’esigenza critica per il controllo della pandemia”.

Ceuta, l’abbraccio tra la volontaria e il migrante: ondata di odio verso Luna

Tasse ridotte per le studentesse in alcuni corsi all’Università: ecco dove e perché

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata