Home

Non si può mai stare tranquilli. Mai abbassare la guardia. Perchè appena un dato inizia a migliorare, succese qualcosa che fa precipitare nuovamente tutti nello sconforto. Nell’ultimo periodo, a preoccupare la nostra nazione sono le varianti del covid, che stanno dilagando in tutto lo stivale. Preoccupa l’aumento dei casi in Italia e preoccupa soprattutto la variante “sudafricana”.

L’annuncio del Ministro Speranza

Anche per queste crescenti preoccupazioni il ministro Speranza questa mattina ha annunciato nuove misure restrittive. Così ha dichiarato: “Penso che le prossime settimane non siano facili per la gestione dell’emergenza Covid. La politica e le istituzioni hanno l’obbligo di dire sempre la verità, anche quando può non portare consenso. E io so che sarebbe bello dire che è tutto finito, che si può aprire tutto, che ormai siamo in una fase diversa. Però dire queste cose significa assumersi una responsabilità. E io credo che la più grande responsabilità per chi rappresenta le istituzioni e deve servirle con disciplina e onore sia dire sempre come stanno le cose, e purtroppo la verità è che le prossime settimane non sono facili”.

Le dichiarazioni poco confortanti del Ministro, sono state pronunciate questa mattina, nel suo intervento di apertura alla presentazione dei dati del Programma nazionale Esiti 2020. Un programma sviluppato da Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) su mandato del ministero della Salute per valutare l’efficacia, l’appropriatezza, l’equità di accesso e la sicurezza delle cure garantite dal Servizio sanitario nazionale.

Speranza ha anche illustrato la fase di pandemia in cui ci troviamo: “L’epidemia è ancora molto forte e presente sui nostri territori – ha spiegato – Da tutte le Regioni arrivano segnalazioni di una situazione in cui la curva risale. Basta vedere i numeri dei contagi dell’ultima settimana, che sono cresciuti in maniera significativa rispetto alle settimane precedenti. Significa dover fare i conti con un’epidemia che è ancora il nostro principale avversario”.

Il coraggio di decisioni coerenti

“Quindi – ha proseguito il Ministro – bisogna avere il coraggio di assumere decisioni coerenti rispetto alla sfida che abbiamo davanti a noi sul piano istituzionale e richiedere ancora ai cittadini del nostro Paese di avere il massimo senso del rigore, del rispetto, dell’attenzione rispetto alle norme che sono in campo”.

Il virus, ha avvertito Speranza, “è insidioso e complicato e non lo si batte solo con le ordinanze, i Dpcm e le decisioni che a Roma e in ogni singolo territorio sono messe in campo. C’è bisogno di sentire il senso di una sfida collettiva che riguarda ciascuno di noi”. “E’ il lavoro che dobbiamo compiere insieme con parole di verità – ha ribadito – perché la curva del contagio sta risalendo ancora in maniera significativa. E abbiamo bisogno di batterci con energia. Con la consapevolezza che la campagna di vaccinazione presto ci offrirà una soluzione più forte per uscire in modo più strutturale da questa vicenda, ma le prossime settimane non sono facili e dobbiamo riconoscerle per quello che sono”.



Covid- vaccino J&J: al via in america il siero monodose


Condividi

Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Maria Pia Scancarello

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata