Home

Fa paura il maxi-focolaio di Coronavirus a Maiorca, in Spagna. 850 ragazzi sono risultati positivi, mentre altri 3000 sono in isolamento. Nessuno è in gravi condizioni.

Il gigantesco focolaio a Maiorca

Quella che doveva essere una vacanza post-maturità, si è trasformata in un preoccupante focolaio Covid. Succede a Maiorca, l’isola delle Baleari meta estiva preferita dai giovanissimi e dai turisti di tutto il mondo. Durante i festeggiamenti, party in barca e in hotel, bicchierate in compagnia, sono tanti i ragazzi e le ragazze risultati positivi al Coronavirus. 850 finora quelli attestati. L’infezione, oltretutto, è legata alla variante Delta, che si diffonde maggiormente.

Le condizioni dei contagiati

Tra i contagiati, ci sono cittadini di Madrid (la città più colpita con più di 300 ragazzi contagiati), Valencia, Paesi Baschi, Murcia, Aragona e Galizia. Al momento, come riporta una portavoce del ministero Sanità al quotidiano spagnolo El Pais, tutti i casi segnalati sono lievi e nessuno necessita il ricovero in ospedale. Per altri 3mila ragazzi è scattata la quarantena sull’isola. Il ministro della Salute spagnolo ha confermato di monitorare continuamente la situazione, individuando altri 268 studenti che avrebbero potuto avere contatti diretti o indiretti con i loro coetanei rientrati in patria e risultati positivi.


Leggi anche: Covid, variante Delta: tutto quello che c’è da sapere su sintomi ed efficacia vaccini


Focolaio Maiorca: cause e responsabilità

Secondo le ultime indiscrezioni, il contagio sarebbe divampato da un concerto reggaeton a Palma, seguito da alcune feste in locali e camere d’albergo, dove con ogni probabilità non sono state osservate le normative anti-Covid. La gioia per la scuola terminata, l’estate che avanza, avrebbero indotto alcuni giovani a dimenticare ogni forma di prevenzione, ancora troppo presto per metter da parte. Il rischio, infatti, è che, complice la nuova e più contagiosa Delta, la situazione possa sfuggire di mano, tornando a diversi lockdown. Non osservando le norme, Maiorca rischierebbe di essere il primo caso di una lunga serie.

La situazione in Italia

Il focolaio a Maiorca ci riporta alla mente quello dello scorso anno in Sardegna, per il periodo del ferragosto. Non possiamo permetterci che ciò avvenga nuovamente. I vaccini sono di certo un alleato importante in più, ma bisogna fare molta attenzione alle varianti che incombono, come quella Delta e la Delta plus. Già nel nostro Paese abbiamo assistito a dei piccoli focolai, come quello tra Cremona e Pavia o ancora nella palestra milanese. Di certo non della portata di quello di Maiorca, ma è fondamentale mantenere alta l’attenzione. Gli esperti consigliano, a tal fine, di completare l’intero iter vaccinale con entrambe le dosi e di non smettere di osservare le normative anti-Covid.

“Pantelleria libera dal Covid”, l’emozionante spot dell’Asp di Trapani – VIDEO

Green Pass, ecco perché postare il QR-code è pericoloso

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata