Home

La scelta della facoltà in cui studiare è sempre un punto cruciale nella vita di una persona. Anche perchè da quello potranno dipendere le chances future di trovare un lavoro ben retribuito e di fare carriera. A proposito di professioni, lavoro e università, ecco i laureati più ricercati in italia. Per loro, secondo alcune ricerche, è più facile trovare lavoro da Nord a Sud del bel paese.

Un osservatorio per monitorare

Di recente sono stati pubblicati i dati raccolti ed elaborati dalla società Tutored. Si tratta di una giovane azienda che si propone come punto d’incontro online tra mondo delle aziende, studenti e giovani laureati. Un osservatorio privilegiato per studiare la connesione tra il mondo che forma e quello che produce.

Nel loro primo Osservatorio Nazionale annuale emergono quindi le lauree più gettonate dalle aziende nel corso del 2020. Un “anno nero” per l’economia e l’occupazione, per cui molto attuale per tastare il polso della situazione lavorativa.

Ecco le lauree più gettonate dalle aziende

Spulciando i dati emerge che i più ricercati sono i laureati STEM, acronimo che sta per Science, Technology, Engineering e Mathematics. Il 49,1% delle ricerche aziendali è infatti loro appannaggio, di cui il 38,9% in Ingegneria e il 10,2% in Matematica, Fisica e Statistica. A seguire vi sono i laureati di Economia, verso i quali sono indirizzati il 31,2% delle ricerche aziendali. Andando oltre troviamo poi i laureati in studi umanistici (7,9%), i neo-dottori in Scienze Politiche (4,7%) e quelli di Giurisprudenza (3,1%).

Cosa cercano le aziende

Continuiamo a vedere chi sono i laureati ricercatissimi per i quali è più facile trovare lavoro da nord a sud dell’Italia. Nell’era di Internet e delle nuove tecnologie, il settore aziendale verso cui si concentrano le ricerche riguardano ll’IT e la R&S. Vale a dire l’informatica e la tecnologia, e la ricerca e sviluppo. Lo riprova il fatto che un terzo degli annunci si rivolge proprio a queste aree (33%).

Pesano invece per il 10% ciascuna (sul totale delle ricerche) le aree commerciale, vendite e P.R. Poi il mondo del marketing e della comunicazione, infine il campo della consulenza.

Andando oltre troviamo le aree banking e finance (8%), produzione e logistica (8%), contabilità e revisione (6%). Infine le risorse umane (6%), business development (4%), l’area legale (3%) e chiude il mondo della grafica e design ed architettura (2%).

Lesoft skills più ricercate

Tra le soft skills più cercate dalle aziende vi siano il problem solving e la capacità di team work.

In un mondo complesso e veloce, a vincere è spesso il lavoro di gruppo. Team però composto da gente dallo spiccato senso pragmatico, orientato ai risultati e dedito alla risoluzione dei problemi.

Perché il mondo produttivo è un susseguirsi di sfide e chi riesce ad avere proposte costruttive e soluzioni per gli imprevisti ha di certo la strada spianata.

Quindi laureati, laurenandi e studenti, raccogliete tutto il vostro impegno ed entusiasmo e state pronti a lanciarvi nell’arena del mondo del lavoro…i motori sono al nastro di partenza. E appena verrà dato il via si scatenerà il match tra offerta e domanda nel farraginoso e affascinante mondo del lavoro. In bocca al lupo a tutti!

Leggi anche:

Ficarra e Picone sbarcheranno su Netflix, per loro una serie tra le vie di Palermo

Maxi Concorso per 1226 posti per Diplomati e Laureati (varie figure): RIAPERTI I TERMINI

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata