Home

Ficarra e Picone verso Netflix. Il duo comico palermitano, da anni campione al cinema, al teatro e in tv, ha deciso di concedersi anche un’avventura per una piattaforma streaming. Ad anticipare l’accordo per una serie tra il gruppo Netflix e Ficarra e Picone è stato il giornale La Repubblica.

Nella giornata del 16 aprile il quotidiano ha approfondito il tema nella sezione spettacolo e ha pure anticipato quando inizieranno le riprese per il progetto. Il titolo, a quanto riportato, dovrebbe essere gli “Incastrati”. Le riprese – regolate dalla Tramp Limited srl – inizieranno il 26 aprile per gli interni e sono programmate a maggio in esterna. Per loro sarebbe il primo impegno dopo l’addio alla trasmissione Striscia la Notizia.

La conferma sembra anche essere data dal Comune di Palermo. Infatti la città, secondo la nota scritta dal Servizio Mobilità urbana del Comune di Palermo, avrà una “limitazione della circolazione veicolare in varie vie e piazze cittadine dal 6 all’11 maggio per le riprese della serie Netflix di Ficarra e Picone”.


Leggi anche: Ficarra e Picone. Ecco il vero motivo perchè hanno lasciato Striscia


Ficarra e Picone sbarcheranno su Netflix

Ancora nessuna delle due parti, ovvero il duo siciliano e la piattaforma statunitense, ha confermato il lavoro. Ma dopo l’ordinanza del Comune di Palermo sembra cosa fatta. Un’ulteriore prova dell’accordo sarebbe il fatto che da pochi giorni su Netflix siano disponibili i due film di Ficarra e Picone “Andiamo a quel paese” e “La matassa”.

Si girerà nelle vie Mario Rutelli, Edmondo De Amicis, Alessandro La Marmora, Massimo D’Azeglio. “La trama — dice l’esperto in fotografia Ciprì sempre a Repubblica— non posso rivelarla. Perché non racconto mai quello che fanno gli altri registi, perché Salvo e Valentino non vogliono e perché Netflix, se lo fai, ti caccia dal set. Non amo personalmente la serialità, ma mi piace che mi confronterò con un genere come la commedia. Da palermitani e per raccontare questa città, Ficarra e Picone fanno un lavoro molto simile, ma allo stesso tempo diverso, a quello mio e Franco Maresco”:


Leggi anche

Palermo, “Miii, sapi portare ‘u 300″: un altro bimbo sullo scooter senza casco- VIDEO


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Alessandro Morana

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata