Home

Appuntamento questa sera, 11 maggio, su Rai 1 a partire dalle ore 21.25, con l’assegnazione dei David di Donatello, gli Oscar del cinema italiano. A condurre la serata, in diretta dagli studi Fabrizio Frizzi, sarà Carlo Conti. Il film con più candidature è Volevo nascondermi, con Elio Germano. David Speciale a Monica Bellucci e David alla carriera per Sandra Milo.

David di Donatello 2021: la cerimonia d’apertura

I David di Donatello, che lo scorso anno sono stati trasmessi a distanza per via della situazione pandemica, decidono di ripartire in presenza, con premiazioni dal vivo e performance emozionanti. Tra queste, l’esibizione di Laura Pausini che canterà una versione inedita di Io sì (Seen), brano già vincitore di un Golden Globe e che ha mancato per un pelo l’ambita statuetta degli Oscar. La canzone è la colonna sonora de La vita davanti a sé di Edoardo Ponti, film che concorre ai David per la categoria miglior attrice grazie all’interpretazione della sua protagonista, l’iconica Sophia Loren.

David di Donatello 2021: i premi

I David di Donatello, che sono 22, premieranno i film usciti in Italia dal 1° gennaio 2020 al 28 febbraio 2021 non solo in sala, ma anche attraverso le piattaforme streaming. Il David alla Carriera andrà a Sandra Milo, mentre i due David Speciali verranno consegnati a Monica Bellucci e a Diego Abatantuono. Il David dello Spettatore va, invece, a Tolo Tolo di Checco Zalone, il film che ha incassato di più al botteghino italiano negli ultimi due anni. Nel corso della serata, tre professionisti sanitari, in rappresentanza della loro categoria, riceveranno tre targhe denominate David 2021 – Riconoscimento d’Onore, per l’importante contributo alle riprese delle attività delle produzioni cinematografiche e audiovisive durante la crisi Covid-19.


Leggi anche: Grey’s Anatomy, confermata la stagione 18 del medical drama: le anticipazioni


David di Donatello: il caso Muccino

Ancor prima che i David vengano assegnati, è già polemica. Ad accenderla nei giorni scorsi, il registra Gabriele Muccino, in gara con il suo film Gli anni più belli. Il regista dell’intramontabile L’ultimo bacio ha deciso di abbandonare la giuria della kermesse perché «non mi riconosco nei criteri di selezione che da anni contraddistinguono quello che era un tempo il premio più ambito dopo l’Oscar». In un post pubblicato sul suo profilo Instagram, Muccino denuncia un sistema nel quale a votare sono troppo spesso «amici di amici», lasciando intendere che i criteri di assegnazione delle statuette non siano del tutto trasparenti. Secondo Muccino, il patto tra i cineasti e il pubblico si è interrotto negli anni Ottanta, quando il cinema italiano è stato delegittimato al grado di «commerciale», augurandosi che possa tornare presto a competere con quello internazionale.

David di Donatello 2021: la lista delle categorie e dei candidati

A guidare le nomination della 66° edizione dei David, è Volevo nascondermi di Giorgio Diritti, il film dedicato alla vita di Antonio Ligabue con ben 15 candidature, con un grande Elio Germano. A seguire, Hammamet di Gianni Amelio con Pierfrancesco Favino (14), Favolacce di Damiano e Fabio D’Innocenzo (13) e, a pari merito, Miss Marx di Susanna Nicchiarelli e L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, di Sydney Sibilia con 11 candidature. Di seguito, tutti le categorie e gli attori candidati.

Miglior Film:

Favolacce
Hammamet
Le sorelle Macaluso
Miss Marx
Volevo nascondermi

Miglior Regista:
Favolacce, Damiano e Fabio D’Innocenzo
Hammamet, Gianni Amelio
Le sorelle Macaluso, Emma Dante
Miss Marx, Susanna Nicchiarelli
Volevo nascondermi, Giorgio Diritti

Miglior Attrice Protagonista:
Alba Rorhwacher, Lacci
Vittoria Puccini, 18 regali
Paola Cortellesi, Figli
Micaela Ramazzotti
Sophia Loren, La vita davanti a sé

Miglior Attore Protagonista:
Pierfrancesco Favino, Hammamet
Kim Rossi Stuart, Cosa sarà
Valerio Mastandrea, Figli
Renato Pozzetto, Lei mi parla ancora
Elio Germano, Volevo Nascondermi

Miglior Attrice non protagonista:
Benedetta Porcaroli, 18 regali
Barbara Chiacchiarelli, Favolacce
Claudia Gerini, Hammamet
Matilda De Angelis, Isola delle Rose
Alba Rohrwacher, Magari

Migliore Attore non protagonista:
Gabriel Montesi, Favolacce
Lino Musella, Favolacce
Fabrizio Bentivoglio, Isola delle Rose
Silvio Orlando, Lacci

Migliore sceneggiatura originale
Cosa sarà, Kim Rossi Stuart e Francesco Bruni
Favolacce, Fabio e Damiano D’Innocenzo
Figli, Mattia Torre
I Predatori, Pietro Castellitto
Volevo Nascondermi, Giorgio Diritti, Tania Pedroni, Fredo Valla

Migliore sceneggiatura non originale:
Assandira, Salvatore Mereu
Lacci, Domenico Starnone, Francesco Piccolo, Daniele Luchetti
Lasciami andare, Stefano Mordini, Francesco Marciano, Luca Infascelli
Lei mi parla ancora, Pupi Avati, Tommaso Avati
Lontano Lontano, Marco Pettenello, Gianni Di Gregorio

Miglior produttore:
Favolacce
I Predatori
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Miss Marx
Volevo Nascondermi

Migliore canzone originale:
Gli anni più belli/Gli anni più belli di Claudio Baglioni
La vita davanti a sé/Io sì (Seen) di Laura Pausini
Non odiare/Miles Away di Ginevra
Tolo Tolo/Immigrato di Luca Medici
Volevo Nascondermi/Invisible di La Tarma

Miglior compositore:
Hammamet di Nicola Piovani
I Predatori di Niccolò Contessa
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose di Michele Braga
Miss Marx di Gatto Ciliegia contro il grande freddo
Non Odiare di Pivio & Aldo De Scalzi
Volevo Nascondermi di Marco Biscarini e Daniele Furlati

Miglior regista esordiente:
I Predatori, Pietro Castellitto
Magari, Ginevra Elkann
Non odiare, Mauro Mancini
Sul più bello, Alice Filippi
Tolo Tolo, Luca Medici

Miglior documentario:

Mi chiamo Francesco Totti, Alex Infascelli
Faith, Valentina Pedicini
Notturno, Gianfranco Rosi
Puntasacra, Francesca Mazzoleni
The Rossellinis, Isabella Rossellini

Miglior cortometraggio:
Anne, Domenico Croce e Stefano Malchiodi
Gas Station, Olga Torrico
Il Gioco, Alessandro Haber
L’oro di famiglia, Emanuele Pisano
Shero, Claudio Casale

Migliore autore della fotografia:
Favolacce, Paolo Carnera
Hammamet, Luan Amelio Ujkaj
Le sorelle Macaluso, Gherardo Gossi
Miss Marx, Crystel Fournier
Padrenostro, Michele D’Attanasio
Volevo Nascondermi, Matteo Cocco

Miglior scenografia:
Favolacce, Emita Frigato, Paola Peraro, Paolo Bonfini, Erika Aversa
Hammamet, Giancarlo Basili, Andrea Castorina
Isola delle Rose, Tonino Zera, Maria Grazia Schirripa
Miss Marx, Alessandro Vanucci, Igor Gabriel, Fiorella Cicolini
Volevo Nascondermi, Ludovica Ferrario, Alessandra Mura, Paola Zamagni

Miglior costumista:

Hammamet, Maurizio Millenotti
Isola delle Rose, Nicoletta Taranta
Le sorelle Macaluso, Vanessa Sannino
Miss Marx, Massimo Cantini Parrini
Volevo Nascondermi, Ursula Patzak

Miglior truccatore:
Hammamet, Luigi Ciminelli, Andrea Leanza e Federica Castelli
Isola delle Rose, Luigi Rocchetti
Le sorelle Macaluso, Valentina Iannuccilli
Volevo Nascondermi, Giuseppe Desiato, Lorenzo Tamburini
Miss Marx, Diego Prestopino

Miglior effetti visivi:
Volevo Nascondermi, Rodolfo Migliori
Hammamet, Luca Saviotti
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Stefano Leoni, Elisabetta Rocca
Miss Marx, Massimiliano Battista
The Book of Vision, Lorenzo Ceccotti e Renaud Quilichini

Miglior suono:
Favolacce
Hammamet
Isola delle Rose
Miss Marx
Volevo Nascondermi

Miglior montatore:
Favolacce, Daniele Fiori
Hammamet, Massimiliano Duranti
Le sorelle Macaluso, Aldina Governatori
Miss Marx, Domingo Santoro
Volevo Nascondermi, Aldo Signoretti

Miglior film straniero:
1917, Sam Mendes
I Miserabili, Ladj Ly
Jojo Rabbit, Taika Waititi
Richard Jewell, Clint Eastwood
Sorry We Missed You, Ken Loach

David Giovani:
18 Regali, Francesco Amato
Favolacce, Fabio e Damiano D’Innocenzo
Gli anni più belli, Gabriele Muccino
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Sydney Sibilia
Tolo Tolo, Luca Medici

Marvel svela i nuovi film in arrivo, con un emozionante video tributo [VIDEO ITA]

Netflix: 10 film da non perdere assolutamente

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Cristina Riggio

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata