Home

Intramontabile, unica, immensa Sofia Loren. È lei a conquistare la scena ai David di Donatello 2021 aggiudicandosi il premio come Miglior attrice protagonista per “La vita davanti a sé”, il settimo della carriera su sette candidature. Trionfa il film “Volevo nascondermi” dedicato alla vita dell’artista Antonio Ligabue che si aggiudica sette premi tra cui Miglior film, Miglior regia e Miglior attore protagonista con Elio Germano.

“L’emozione è la stessa della prima volta, la gioia è la stessa. Voglio continuare a fare film: senza il cinema, non posso vivere”, ha detto la Loren. “È difficile credere che la prima volta che ho ricevuto un David sia stato più di 60 anni fa. Sono molto grata a mio figlio, un uomo meraviglioso che ha fatto un film molto bello”, ha detto riferendosi al figlio, regista del film, Edoardo Ponti. “Non so se sarà il mio ultimo film, ma io senza cinema non posso vivere”.


Leggi anche: “Il Traditore” di Bellocchio vince il David Donatello 2020


“Volevo nascondermi” di Giorgio Diritti sbanca i  David di Donatello: “Un grazie particolare ad Antonio Ligabue, senza il quale non avrei potuto fare questo film. Un grande uomo e un grande artista, oggi è come se fosse qui con noi, dedico a lui questo premio”, ha detto Diritti. “Dedico il premio a tutti gli artisti, soprattutto quelli dimenticati”, ha commentato invece Elio Germano.

“L’incredibile storia dell’Isola delle Rose” di Sidney Sibilia vince tre premi: Miglior attrice non protagonista e attore non protagonista (andati rispettivamente a Matilda De Angelis e Fabrizio Bentivoglio) ed Effetti visivi. Stesso destino per “Miss Marx di Susanna Nicchiarelli che ottiene Migliori costume, compositore e produttore. Il David di Donatello al Miglior regista esordiente è stato assegnato a Pietro Castellitto per il film “I predatori”.

TUTTI I PREMI:

MIGLIOR FILM – “Volevo Nascondermi”
MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA – Elio Germano (“Volevo nascondermi”)
MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA – Sophia Loren (“La vita davanti a sé”)
MIGLIOR REGIA – Giorgio Diritti (“Volevo nascondermi”)
MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA – Fabrizio Bentivoglio (“L’incredibile storia dell’Isola delle Rose”)
MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA – Matilda De Angelis (“L’incredibile storia dell’Isola delle Rose”)
MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE – Pietro Castellitto (“I predatori”)
MIGLIOR SCENOGRAFIA – “Volevo Nascondermi”
MIGLIOR SUONO – “Volevo Nascondermi”
MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE – “Figli” (Mattia Torre)
MIGLIOR MONTAGGIO – “Favolacce” (Esmeralda Calabria)
MIGLIOR FOTOGRAFIA – “Volevo nascondermi” (Matteo Cocco)
MIGLIOR CANZONE – “Immigrato” (“Tolo Tolo”)
MIGLIOR DOCUMENTARIO – “Mi chiamo Francesco Totti”
MIGLIORI ACCONCIATURE – Aldo Signoretti (“Volevo Nascondermi”)
MIGLIOR TRUCCO – “Hammamet”
MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE – “Lontano lontano”
MIGLIOR COLONNA SONORA – Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo – Down Boys (“Miss Marx”)
DAVID GIOVANI – “18 regali” di Francesco Amato
MIGLIORI EFFETTI VISIVI – “L’incredibile storia dell’Isola delle Rose”
MIGLIOR PRODUTTORE – “Miss Marx”
MIGLIOR FILM STRANIERO – “1917”
MIGLIORI COSTUMI – “Miss Marx”.

Leggi anche:

Pfizer

Vaccino, Pfizer ‘richiama’ l’Italia: “Seconda dose a 21 giorni, attenetevi ai nostri studi”

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata