Home

Giuseppe Perrone, detenuto nel carcere di Rebibbia da oltre trent’anni, ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della informazione, della comunicazione della editoria a pieni voti.

Detenuto esce dal carcere per laurearsi

Giuseppe esce dal carcere per laurearsi. Per la prima volta, viene accordato ad un detenuto il permesso di recarsi all’Università per discutere la propria tesi di laurea. L’uomo, durante gli anni trascorsi dietro le sbarre, si è dedicato con impegno e costanza al progetto ideato dall’Università di Roma Tor Vergato, dal titolo “Università in carcere”.

Tesi sulla detenzione

Perrone ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della informazione, della comunicazione dell’editoria, alla Facoltà di Lettere e Filosofia con una tesi sulla detenzione, dal titolo «Gli abissi della pena. A partire da Primo Levi»

“La tesi ricostruisce la metafora della detenzione. Ma non sono solo parole: Giuseppe Perrone, anche attraverso alcune poesie, ricostruisce la sua esperienza detentiva con profondità e ironia“, così ha commentato all’Ansa il relatore, Fabio Pierangeli, associato di Letteratura italiana e Letteratura di viaggio contemporanea della Facoltà di Lettere a Tor Vergata.


Leggi anche: Muore nel mistero a pochi esami dalla laurea: l’Università proclamerà lo stesso Irene dottoressa


Detenuto si laurea a pieni voti

Alla discussione della tesi hanno partecipato anche la moglie e il figlio del detenuto, i quali non lo vedevano, di persona, da due anni e mezzo per via delle norme anti-Covid. A inorgoglire i familiari, anche il risultato che Giuseppe Perrone ha ottenuto: si è laureato con 110 e lode.

Unipa e l’Istituto Penale per i Minorenni insieme per promuovere la cultura del libro: l’iniziativa

Alla laurea in autostop, rischia la discussione per un incidente: Matteo e quel brivido da lode

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata