Home

Esami di abilitazione 2020. Come ogni anno il MIUR (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca) ha emanato l’ordinanza relativa agli Esami di abilitazione professionale

Scarica l’ordinanza

In questa situazione pandemica altra grande problematica che si sta riscontrando è quella legata alle nuove modalità di svolgimento degli esami di abilitazione.

A tal proposito bisogna fare un’enorme distinzione fra le diverse categorie professionali dalle quali risulta al momento esclusa quella degli aspiranti avvocato che continuano a vivere in un limbo di incertezze da cui difficilmente si uscirà in breve tempo.

Esami di abilitazione: I MEDICI

Per i medici l’innovazione relativa all’esame di stato è arrivata immediatamente con il decreto Cura Italia del 17 marzo 2020 che all’art. 102 ha stabilito regole nuove per l’abilitazione dei laureati in medicina e chirurgia rendendo la laurea magistrale abilitante senza la necessità di sostenere l’esame di stato. 

Tutto ciò si è reso necessario per far fronte alla carenza di medici all’interno dei vari ospedali e per aiutare a colmare le varie lacune del sistema sanitario. Fermo restando che rimangono invariati gli enormi problemi per i giovani medici legati al concorso per entrare in specialità.

Esami di abilitazione: ALTRE PROFESSIONI 

Per tutte le altre professioni esclusi gli aspiranti avvocato, il decreto Scuola in attuazione del “Cura Italia” ha previsto delle modalità di svolgimento telematico per la prima sessione degli esami di stato del 2020 per queste seguenti professioni: per agronomo, forestale, agrotecnico, architetto, assistente sociale, attuario, biologo, chimico, geologo ,geometra, ingegnere, perito agrario, perito industriale, psicologo, odontoiatra, farmacista, veterinario, tecnologo alimentare, dottore commercialista, esperto contabile e revisore legale.

Per tali professioni la prova scritta è sostituita da quella orale in via telematica. 

Naturalmente tutto ciò appare necessario in vista dell’impossibilità di creare assembramenti così da scongiurare il rischio del contagio.

Molto più complessa appare la situazione degli aspiranti avvocato.

PRATICANTI AVVOCATO

Per ciò che concerne l’esame di abilitazione per la professione forense si vive in una situazione di grande incertezza. 

Attualmente ancora non sono stati completati gli esami orali per coloro che hanno sostenuto gli scritti a dicembre del 2018, inoltre sono bloccate le correzioni degli elaborati sostenuti dai praticanti nel dicembre del 2019. Oltre a questa situazione di limbo in cui vivono coloro che hanno sostenuto gli esami negli anni precedenti si pone un ulteriore problema relativo alla difficoltà di sostenere l’abilitazione a dicembre del 2020.

Molte sono le associazioni dei giovani che si sono mobilitate e si stanno muovendo per ottenere delle garanzie e delle certezze, ma purtroppo al momento le decisioni sull’abilitazione forense sembrano non essere la priorità.

Chi può sostenere l’esame di abilitazione professionale? Quali sono i requisiti di accesso? Quando e come presentare la domanda di ammissione? Quali sono le prove d’esame? Come prepararsi? Tutte le informazioni in questa guida.

La legge regolamenta le professioni subordinate al possesso dell’abilitazione professionale. Tra queste rientrano quelle di Farmacista, Biologo, Chimico e Architetto. Per esercitarle, quindi, dopo la laurea è necessario sostenere un esame di stato ed iscriversi all’albo professionale di riferimento.

Vista l’emergenza Coronavirus, l’art. 4 del Decreto Scuola 2020 estende anche agli esami di abilitazione per l’accesso alle professioni regolamentate il blocco fino al 18 maggio disposto dall’articolo 87, comma 5, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18.

Domanda di ammissione

Per sostenere l’esame di Stato è necessario presentare la domanda di ammissione su carta semplice, con l’indicazione della data di nascita e di residenza entro e non oltre le seguenti date (a causa dell’emergenza sanitaria nazionale, la data di presentazione delle domande della prima sessione è stata differita di un mese):

I sessione: 22 Giugno 2020
II sessione: 16 Ottobre 2020

La domanda deve essere corredata dai seguenti documenti:

  • documentazione relativa al conseguimento del titolo di studio
  • ricevuta di avvenuto pagamento della tassa concorsuale

La tassa di ammissione all’esame di Stato è di 49,58 euro, a cui bisogna aggiungere il contributo di iscrizione stabilito da ogni ateneo da versare all’economato dell’università. Coloro che superano l’esame, inoltre, devono pagare la tassa regionale sulle abilitazioni a favore dell’Ente regionale cui fa capo l’Ateneo presso il quale è stata conseguita la laurea.

Le prove d’esame

Le prove d’esame sono finalizzate alla verifica della preparazione di base del candidato nelle discipline utili all’esercizio della singola professione. Tutti gli esami di abilitazione professionale sono articolati in 3 prove d’esame: Scritte, orali e pratiche.

Quando si svolgeranno le sessioni d’esame nel 2020?

Gli esami di Stato si svolgono ogni anno in due sessioni – estiva e autunnale – definite dall’ordinanza ministeriale. Per il 2020 sono state definite le seguenti date d’esame, valide su tutto il territorio nazionale (a causa dell’emergenza sanitaria nazionale, la data della prima sessione d’esame per entrambe le sezioni è stata differita):

  • Sezione A
    • Prima sessione – 16 luglio 2020
    • Seconda sessione – 16 novembre 2020 Sezione B
    • Prima sessione: 24 luglio 2020
    • Seconda sessione: 23 novembre 2020

Le prove successive si svolgono secondo l’ordine stabilito per ciascuna sede dai Presidenti delle commissioni esaminatrici; le date vengono rese note con avviso pubblicato sul sito dell’università o istituto di istruzione universitaria sede di esami.

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata