Home

Fallito l’obiettivo del raggiungimento del quorum. Alle urne, affluenza del solo 21%. Vincono comunque i Sì.

Referendum Giustizia: quorum non raggiunto

In attesa di sapere i risultati delle elezioni comunali, sono arrivati quelli del Referendum sulla Giustizia, promosso dalla Lega. A prevalere è il “Sì” ma il quorum non è stato raggiunto. I motivi del deludente risultati sono da attribuire a più fattori: dalla “popolarità” dei temi trattati alla scarsa informazione.


Leggi anche: Referendum Giustizia: tutti i quesiti e cosa potrebbe cambiare


Passa così alla storia come uno dei referendum meno votati e partecipati di sempre: soltanto il 21% degli elettori si è infatti recato alle urne. Ricordiamo che per consultare valida, la consultazione avrebbe dovuto raggiungere la soglia minima del 50% + 1 degli aventi diritto al voto. Il leader della Lega, Matteo Salvini, ringrazia comunque i “10 milioni di italiani che hanno scelto di votare per cambiare la Giustizia” e assicura: “È nostro dovere continuare a far sentire la loro voce”.

I risultati

Di seguito, riportiamo i dati per ogni singolo quesito posto:

  • Quesito 1 (abolizione legge Severino): sì 55,07%
  • Quesito 2 (limitazione misure cautelari): sì 57,38%
  • Quesito 3 (separazione delle funzioni dei magistrati): sì 76,01%
  • Quesito 4 (valutazione professionale dei magistrati): sì 74,17%
  • Quesito 5 (elezioni componenti togati Csm): sì 74,79%

Elezioni a Palermo, l’ex rettore di Unipa Lagalla in testa: tutti i numeri degli exit poll

Il Palermo torna in serie B: la lunga notte rosanero dei palermitani in festa – VIDEO

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata