Home

Continuano a emergere dettagli raccapriccianti sulla tragedia sul Mottarone, dove una funivia si è staccata e 13 persone hanno perso la vita. Intanto la procura di Verbania indaga per omicidio colposo plurimo e lesioni colpose.

Per il momento resta complicato stabilire le reali cause che hanno comportato l’incidente. È possibile invece tentare di ricostruire quanto accaduto. Secondo il comandante dei vigili del fuoco di Verbania, intervistato a Non è l’Arena, “la cabina quando ha incontrato il pilone probabilmente è uscita dall’appoggio della carrucola e di conseguenza è caduta al suolo”.

Funivia crollata a Mottarone, le testimonianze dei soccorsi

Una delle ipotesi investigative è che non abbia “funzionato la ganascia frenante” dopo rottura della fune. Una testimonianza è arrivata anche da Marcella Severino, sindaco di Stresa, tra i primi ad arrivare sul luogo del dramma insieme ai soccorritori.

“Gli alberi hanno frenato la cabina crollata a terra dopo l’impatto con il pilone. C’erano corpi sbalzati dalla cabina. Una vista devastante, la scena che mi ha colpito di più è stata vedere le scarpette dei bambini a terra”.

Leggi anche

Funivia

Funivia Stresa-Mottarone precipitata, chi sono le 14 vittime: 5 famiglie distrutte

Condividi

Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata