Home

Geraci Siculo è l’unico comune siciliano candidato alla finale del concorso “Il Borgo dei Borghi”, ideato dalla trasmissione Rai “Alle Falde del Kilimangiaro”. Geraci è un paesino di 2.000 abitanti arroccato sui monti madoniti. E’ parte del territorio del Parco delle Madonie, ed è uno dei borghi più suggestivi dell’entroterra siciliano.

Il popolare concorso ideato dalla rai ha già visto diverse volte eccellere comuni siciliani che si sono guadagnati il titolo di Borgo dei Borghi. Quest’anno la bandiera dell’Isola al concorso è portata in alto da Geraci Siculo, che è l’unico comune siciliano candidato a diventare Borgo dei Borghi 2021.

Il magico borgo è in fermento

C’è grande fermento in tutta la cittadina per questa opportunità di grande visibilità. La popolazione geracese, quella che vive nel borgo ma anche quella sparsa in tutto il mondo, si sta attivando con ogni mezzo per votare e far votare Geraci al concorso.

Geraci Siculo è un luogo quasi magico dalle suggestioni medievali. Se ci mettete piede per la prima volta rimarrete stupiti dal senso di pace e di ristoro che proverete non appena vi sarete addentrati tra le sue stradine in pietra. Strade ripide, vicoli stretti stretti, balconi fioriti, archi addobbati, scorci inaspettati. Ogni angolo è una scoperta.

Tutta questa magia merita di essere votata. E Geraci Siculo, degno e unico rappresentante dell’isola al concorso della rai, merita lo scettro.

Come e quando si può votare

Sarà possibile votare il proprio borgo preferito a aprtire dalle ore 17.00 di domenica 7 marzo. E’ possibile votare sul sito della rai a questo indirizzo: www.rai.it/borgodeiborghi o su www.raiplay.it. C’è tempo fino alle ore 23.59 di domenica 21 marzo per esprimere la propria preferenza.

È possibile esprimere un solo voto al giorno. Ogni preferenza va effettuata da una singola mail. Coloro i quali sono già in possesso di credenziali Raiplay possono effettuare direttamente il login al sito e, dopo l’autenticazione, esprimere il proprio voto. Gli utenti non ancora registrati per votare dovranno creare una utenza Raiplay indicando username, password e indirizzo e-mail di riferimento. Il voto attraverso il web è gratuito. Votando in maniera costante e quotidiana nelle prossime due settimane Geraci Siculo, e di conseguenza la Sicilia, avrà la possibilità di accedere alla finale di domenica 4 aprile 2021, in prima serata su Raitre.

In quella occasione verrà eletto il bel borgo d’Italia di questa edizione.

Geraci promuove se stesso e le storie dei suoi abitanti

Questa importante candidatura rapprenta per Geraci un punto di volta per la sua promozione turistica. Una occasione per farsi conoscere da chi ancora non è mai stato in questo delizioso borgo. Ma anche un modo per raccontare quella che è la vita all’interno di questo comune. Il borgo sta cercando di promuoversi attraverso le storie, le esperienze e le testimonianze di chi quotidianamente vive la realtà del luogo e di chi ha deciso di costruirsi il proprio futuro in questo paesino, a 1.200 metri sul livello del mare.

Con questo obiettivo il Comune ha promosso il progetto “Visit Geraci Siculo” da cui è unata una pagina Facebook e un portale di promozione territoriale che a giorni verrà lanciato sul web. Dalla pagine Facebook è già possibile ammirare alcune foto caratteristiche di luoghi del borgo e seguire la mini docu serie che racconta 18 storie di geracesi che hanno deciso di costruire la loro vita all’interno del borgo.

La sfida di Geraci è quella di tutta la Sicilia

Geraci Siculo ha molti fan, in Sicilia e nel resto del mondo. Sono infatti tantissimi i geracesi che negli anni sono stati costretti ad emigrare e vivono in luoghi lontani. Tutti però sono accumunati da un immutato amore per il loro borgo natìo. Un luogo quasi incantato che affascina chiunque ne venga a contatto. Adesso la sfida è entusiasmante. Fare in modo che Geraci Siculo possa diventare il Borgo più Bello d’Italia. Sarà un modo per affermare ancora una volta il primato della Sicilia e dei suoi luoghi più segreti. E sarà l’opportunità per far conoscere questo borgo a chi ancora non ha avuto opportunità di visitarlo.

“Questa sarà una grandissima opportunità non solo per la nostra comunità, ma per l’intera Sicilia – afferma il sindaco di Geraci Siculo Luigi Iuppa – Adesso ci aspettano giorni impegnativi e dobbiamo cercare di far votare quante più persone possibili. Dipende da tutti noi.”

Dichiarazione d’amore di una geracese..votate Geraci!

Ci sono cose che non si possono facilmente spiegare. Anche se sei bravo con le parole, racchiudere in poche frasi quella che è la magia di un luogo incantato è difficile. Io a Geraci ci sono nata e cresciuta. Ho mosso in quelle strade i miei primi passi. Tra quei vicoli ho trascorso la mia infanzia felice. Giocando a palla, arrampicandomi tra le rocce naturali e correndo per i prati verdi. A Geraci ho i ricordi più belli legati ai miei nonni, alle tradizioni tramandate con amore, ai giorni di festa, alle campane di piazza del popolo che risuonano a festa. Essere svegliati la domenica mattina dal suono della banda che fa il giro delle vie del paese, aprire la finestra e rivolgere lo sguardo al sole caldo di primavera, mentre la brezza dei monti di carezza il volto. Addentrarsi nel corso principale e poi scorgere il campanile variopinto della chiesa di Santo Stefano, una passeggiata in montagna quando hai voglia di schiarirti le idee, una chiacchierata tra balconi con la vicina di casa quando ti senti sola. Uscire per le strade e fermarsi a salutare tutti. Rivolgere un sorriso, sentire il calore, sentirsi a casa, sempre. E’ questo l’effetto che ha Geraci su tutti coloro che lo visitano e che hanno l’opportunità di trascorrervi anche solo qualche ora. Queste e molte altre suggestioni potrei raccontarvi sulla mia Geraci. Ma probabilmente non basterebbero a rendere l’idea. Spero almeno di avervi convinta a votarlo per il concorso e magari ad andarlo presto a visitare.

Votiamo Geraci a partire da domenica. La favola di questo borgo deve avere un lieto fine!



Bollettino Covid, in Sicilia dati in controtendenza: scendono contagi e ricoveri


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Maria Pia Scancarello

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata