Home

Questa mattina è stato inaugurato largo Carlo Azeglio Ciampi, su lungotevere Aventino, alla presenza del capo dello Stato Sergio Mattarella.

La targa, però, è rimasta coperta e la cerimonia è finita prima del previsto: in un primo momento, durante le fasi di montaggio della targa, si era diffusa la notizia che il travertino si era pesantemente scheggiato e quindi non poteva essere mostrato al pubblico. Ma una foto fatta durante la cerimonia mostra che, sotto il drappo giallorosso trasparente, il nome inciso è ‘Carlo Azelio Ciampi’ e non ‘Azeglio’, con una ‘g’ in meno.

Una clamorosa gaffe che ha scatenato il mondo della politica. “Da grandissimo italiano qual e’ stato, Carlo Azeglio Ciampi si sarebbe fatto probabilmente una risata. Cosi’ il un tweet il candidato alle primarie del centro sinistra per il sindaco di Roma Roberto Gualtieri. “Ma in questo incredibile errore – aggiunge – c’è molto del pressapochismo dell’attuale amministrazione comunale di Roma. E’ davvero ora di voltare pagina”.

“Stamattina ennesima figuraccia dell’amministrazione Raggi alla presenza di Mattarella – ha scritto Maurizio Gasparri sui canali social – Si sono vergognati di scoprire la targa dedicata al Presidente Ciampi avendo sbagliato a scrivere il nome: c’è scritto Azelio anziché Azeglio. Questa è la Roma dei grillini. Vergogna assoluta”.

Leggi anche

Giugno è il mese del Pride, storia e significato delle manifestazioni LGBT

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata