Home

La flessione dei contagi è costante in tutta Italia, ma in alcune regioni è più lenta che in altre. È il caso della Sicilia che ad oggi è stabilmente nel podio delle regioni con più contagi, seppur con numeri piuttosto contenuti. Il vero rischio è che l’incidenza di 50 casi per 100 mila abitanti, soglia necessaria per entrare in zona bianca, resti sempre ad un passo.

Al momento, spiega Gds.it, la Sicilia si ferma a quota 51. Come emerso dal bollettino di ieri, la curva dei contagi è sempre in calo (-13% nell’ultima settimana), ma il passaggio in zona bianca rischia di slittare dopo il 21 giugno. Insomma, se in questa settimana non si raggiungerà il target, sarà necessario aspettare fine giugno.


Leggi anche: Vaccino ai maturandi, a Palermo apre il punto mobile di piazza Castelnuovo: date e info


A preoccupare attualmente è la provincia di Catania. La metà dei nuovi casi positivi registrati ieri infatti si trova nel territorio etneo dove l’incidenza resta sopra quota 90. Un dato molto più alto rispetto a quello delle altre province siciliane. Ieri i positivi registrati sono stati 326 su 15.857 tamponi processati, con una incidenza del 2%. La Regione è al terzo posto in Italia per numero di contagi giornalieri. Le vittime sono state 12, facendo salire il totale a 5.839. Il numero degli attuali positivi è di 9.488 con un decremento di 444 casi. I guariti sono 758. 

Leggi anche:

zona rossa

Ultim’ora, nuova Zona Rossa in Sicilia: proroghe per Geraci e Scordia

covid

Bollettino Covid, contagi e decessi nuovamente in rialzo: i dati siciliani

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata