Home

L’Italia assapora un nuovo passo verso la normalità. Sono quattro le regioni che tornano infatti in zona bianca e vedono la fine del coprifuoco così come lo stop alle restrizioni dell’orario dei locali pubblici. Ma c’è di più, perché nelle regioni gialle il coprifuoco scatterà alla mezzanotte e non più alle 23.

Dopo Sardegna, Friuli Venezia Giulia e Molise, anche Liguria, Veneto, Umbria e Abruzzo entrano nella fascia minore di rischio, che comunque non esenta dal rispetto di due misure di sicurezza ritenute tuttora prioritarie: l’uso delle mascherine e il distanziamento. Va sottolineato che le discoteche restano chiuse anche in zona bianca e non è ancora possibile organizzare liberamente feste private.


Leggi anche: Post Covid, gli universitari si mobilitano: “Dad per sempre, è un aiuto per tutti”


Il 14 giugno si coloreranno di bianco anche Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia, Emilia Romagna e Provincia di Trento, il 21 giugno toccherà a Sicilia, Marche, Toscana, Calabria, Campania e Provincia di Bolzano e a questa data tutta Italia dovrebbe poter dare l’addio al coprifuoco.

Leggi anche:

Covid

Bollettino Covid, sale l’indice di positività in Sicilia: la situazione dei contagi in Italia

Vaccini, torna l’Open Day AstraZeneca: 3 giorni solo in fascia serale

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata