Home

Continuano le avventure di Marta e Giulia, le nostre Malia vibes che vanno in giro per Palermo…alla scoperta di angoli e tesori nascosti. Oggi andiamo con loro a visitare il Palchetto della Musica del Foro Italico…Buona lettura!

Il Palchetto della musica…

“C’è un’istante preciso – conosciuto solo ai Marinai della Notte – in cui il sole mentre sorge gioca a nascondino tra le colonne ioniche del palchetto della musica del Foro Italico.

⠀Me ne sono accorta in un giorno come tanti, mentre un po’ in ritardo per il mio solito appuntamento con l’Alba avevo deciso di fare un percorso diverso dal solito.

⠀Un giorno qualcuno mi disse che per far accadere cose mai accadute devi prendere strade mai percorse.

⠀Ed io da quel giorno, ogni tanto, faccio una strada nuova.

⠀Mentre mi avvicino al Palchetto vengo accecata per un secondo da un raggio di sole che poi torna a nascondersi, furtivo.

⠀Mi fermo. Comincio a giocare con lui: mi sposto a destra e sinistra per vederlo di nuovo.

⠀Qualche passante mi osserva incuriosito ma io oramai sto giocando con il sole e non ci sono per nessuno.


Leggi anche: Le Maliavibes alla scoperta di un piccolo mondo nascosto: la Stanza di Carta


⠀Fu Ferdinando di Borbone a volere quel Palchetto, nel 1844.

⠀A quei tempi la Strada Colonna (Oggi Foro Umberto I) era tra il luoghi preferiti delle passeggiate aristrocratiche.

⠀E Palermo lo sappiamo ha l’anima di strada e non sopporta se la chiudi dentro quattro mura e su quel palchetto si esibivano bande musicali a rallegrare le anime del lungomare.

Se lo guardi bene quel Palchetto riesci a sentirle ancora le note della nostra Palermo che ha il cuore che pulsa dall’alba dei tempi.

⠀Ed io, ancora a giocare con il sole, lascio che sia lui a suonare per me la musica dell’anima e lo immortalo per sempre mentre mi canta la sua canzone.

Con il cuore,

Giulia.

Ps: Nell’ultima foto, il Palchetto della Musica come appariva a metá ‘800.

Da “Palermo – Foro Italico e Monte Pellegrino” – Enrico Di Benedetto (Biblioteca comunale Palermo)

⠀Prima di subire diverse ristrutturazioni, il Palchetto della musica era una semplice struttura in legno e al prezzo di due centesimi potevi occupare la tua sedia per ascoltare le esibizioni musicali seduto comodamente.”


Potrebbe interessarti:

La Cappella Palatina.. con gli occhi delle MalìaVibes [FOTO]

Palermo. La Magia dei Serbatoi di San Ciro raccontata dalle Maliavibes


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata