Home

La tragica sorte di una giovane messicana uccisa durante la messa in scena di un rapimento.

Accade a Chihuahua, in Messico. La ventenne Areline Martinez muore per un colpo di pistola alla testa mentre, con degli amici, inscena un rapimento. Nella scena che si è rivelata fatale vediamo la vittima legata e bendata, col capo chino.

Attorno a lei si stringono gli “aguzzini” che intanto le puntano un’arma alla testa. Con gli arti immobilizzati e senza vedere nulla, Areline riceve il colpo che le toglierà la vita.

Il video ed i testimoni presenti sul luogo sono serviti a ricostruire l’accaduto. Ancora da chiarire, tuttavia, la provenienza dell’arma e il motivo del suo utilizzo.


Leggi anche:


“Ci sono diversi fatti su cui indagare: la sfortunata morte della giovane donna, l’origine di quell’arma e il modo in cui è arrivata nelle loro mani” ha dichiarato il procuratore generale di Stato, C. A. ​Peniche Espejel.
Dopo lo sparo, gli amici della vittima si sono dati alla fuga.

Uno di loro ha poi avvertito le autorità. Il corpo senza vita di Areline è stato trovato sul suolo, ancora legato.

L’incidente è attualmente sotto inchiesta, anche se le forze dell’ordine hanno escluso l’ipotesi di omicidio volontario.
“Stiamo considerando l’ipotesi” aggiunge il procuratore generale​, “che i ragazzi stessero maneggiando l’arma pensando che fosse scarica”.


Condividi

A proposito dell'autore

Barbara Costantino

Neolaureata in Mediazione Linguistica a Unipa, dove adesso frequenta il corso di Lingue Moderne e Traduzione per le Relazioni Internazionali. Le piace cantare, suonare e scrivere. Ama le parole e le ama in diverse lingue, pensa che abbiano un grande potere. Sogna di girare il mondo e di portarsene un pezzo dopo ogni viaggio. Crede nella bontà e nell'altruismo. La sua missione è far ridere gli altri.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata