Home

Sono Otto nella rianimazione dell’ospedale Cervello e 4 a al Civico i pazienti ricoverati in rianimazione nella giornata di ieri a causa del Covid19. Hanno tutti di circa 40 anni.

La situazione adesso rende maggiormente complicata la disponibilità dei posti letto proprio nei reparti di rianimazione e inizia a creare qualche preoccupazione tra i medici.

I casi gravi da Covid19 hanno iniziato a iniziano a crescere e considerato che siamo solo ai primi di settembre la situazione non fa ben sperare.

Per questo motivo oltre ad attivare il reparto Covid del Cervello alcuni sanitari pressano in assessorato per mettere in funziona anche la struttura dell’Imi che era stata presentata in piena pandemia come una possibile soluzione al ricovero dei casi gravi.

Ieri è stata una giornata davvero difficile con diversi casi. Oltre al magistrato, ai dipendenti della Rap, all’ausiliaria nella scuola Danilo Dolci al medico dell’ASP, un sospetto caso negli uffici di via Ausonia, al paziente della Clinica Candela c’è anche una dipendente della Msc in servizio sulla nave da Crociera Grandiosa trovata positiva asintomatica che è stata portata al San Paolo Palace, struttura Covid a Palermo.

Leggi anche:

Sicilia. Il bando per gli aiuti a fondo perduto microimprese

Palermo. Disinnesco e rimozione ordigno bellico. Le vie con divieto di sosta con rimozione coatta

Come funziona il Bonus Bancomat: 300 euro per chi paga con carte

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata