Home

Costruita a Palermo nel 1905 su progetto dell’architetto Ernesto Basile, villa Deliella fu abbattuta nel 1959 – nel periodo del “sacco edilizio”, per far posto a un palazzone, mai sorto a causa dello scandalo che fece insorgere, tra gli altri, Bruno Zevi.

Un museo del Liberty lì dove sorgeva Villa Deliella

In quello spazio occupato per anni da un parcheggio privato, in piazza Francesco Crispi, sorgerà il museo del Liberty, in omaggio a Basile, protagonista di quella corrente artistica.

“Era un impegno che avevo preso con il parlamento siciliano e con tutti i palermitani qualche giorno fa, durante l’esame della manovra finanziaria all’Assemblea regionale. Oggi, quell’impegno, è stato rispettato. Abbiamo stanziato tre milioni di euro per l’istituzione del “Museo regionale del Liberty -villa Deliella” e dell’itinerario dell’Art Nouveau, annuncia il governatore Nello Musumeci, dopo il via libera della giunta alla proposta dell’assessore Alberto Samonà, che vedrà una sinergia tra gli assessorati dei Beni culturali e delle Infrastrutture.

“Oggi è un giorno particolarmente importante – sottolinea l’assessore dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà – perchè si sana una ferita inferta oltre sessant’anni fa a Palermo e alla Sicilia. La decisione di far nascere il Museo del Liberty è un atto politico forte che realizza un doppio risultato. Rende la giusta visibilità a uno stile architettonico che ha contrassegnato un periodo memorabile della Sicilia e risarcisce moralmente e culturalmente l’intera comunità siciliana per la violenza subita”.

Leggi anche

Open weekend

Al via in Sicilia il nuovo “Open weekend”, over 60 e over 80 senza prenotazione

“Una cena al gelo per due”, l’ironia di un ristorante sulle nuove misure all’aperto – VIDEO

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata