Home

Si fanno sentire pesantemente sulla viabilità gli effetti di parte della chiusura del Ponte Corleone. Ricordiamo che da ieri, per motivi di sicurezza, è scattata anche la chiusura dell’accesso da via Villagrazia. Il risultato? Una città completamente paralizzata.

Palermo soffocata dal traffico: la situazione del Ponte Corleone

La vita degli automobilisti a Palermo a bordo delle proprie vetture continua ad esser esasperante. La situazione si fa sempre più insostenibile nella zona del Ponte Corleone, ormai interessato da continue chiusure per via della sua sicurezza. Ultima in ordine cronologico, la chiusura dell’ultimo ingresso sul raccordo in direzione Trapani.


Leggi anche: Palermo infernale, sempre più disagi per il Ponte Corleone: la nuova chiusura


Il caos della viabilità

Al drammatico quadro della viabilità, sempre più ‘strozzata’, si aggiungono anche le code in zona Porto, quelle purtroppo solite in viale Regione (dovute al famoso tappo all’altezza del Lidl per il cantiere al Mortillaro) e quelle in zona Oreto (determinate dalle limitazioni al traffico per i mezzi pesanti).

Segretario Ugl: “Necessario intervento dell’esercito”

Per cercare di ‘sanare’ l’emergenza, l’Ugl chiama in campo il Genio pontiere dell’esercito per realizzare il braccio laterale del Ponte Corleone. Secondo Franco Fasola, segretario responsabile del sindacato di Palermo, questo rappresenterebbe l’unico modo per risolvere le gravi criticità alla viabilità. “Il coinvolgimento dell’esercito ridurrebbe positivamente i tempi di realizzazione e cosa più importante eliminerebbe le frustrazioni degli automobilisti costretti a passare ore nei veicoli per entrare ed uscire dalla città. Il nostro è un appello al buon senso”, dichiara il segretario.

Palermo, set cinematografico a cielo aperto: divieti e viabilità nei prossimi giorni

Palermo, non c’è pace per il Ponte Corleone: “Gravi problemi strutturali, inutile il limite di velocità”

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata