Home

Due gemellini separati si riuniscono. Per settimane due neonati, seppur nati quasi contemporaneamente, hanno vissuto in due incubatrici diverse. Finalmente l’equipe medica li ha riuniti. E fuori ne è uscito uno scatto meraviglioso, che da giorni gira nel web.

Nello foto si vedono questi due gemellini inglesi che si abbracciano, pronti a vivere il mondo e a guardarlo con i loro futuri occhi. A scattare la foto il padre dei due gemellini e subito della condivisione se ne è occupato l’ospedale di Liverpool, dove i due piccoli sono incubati.

I due bimbi sono infatti prematuri e sono nati al Women’s Hospital di Liverpool alla trentesima settimana di gravidanza. La loro mamma, Laura, ha subito un deterioramento della placenta, che ha reso difficile per una dei suoi bimbi, la piccola Neve, nutrirsi in modo efficiente. Louie ha raggiunto il chilo e mezzo, mentre la sorellina Neve pesava solo 652 grammi. Una situazione di certo non semplice.


Leggi anche

Covid, Palermo “si arma” contro gli assembramenti: in azione droni ed elicotteri


Gemellini riuniti nell’incubatrice si abbracciano

Malgrado il peso meno pericoloso, ad avere più problemi è stato il piccolo Louie. Il gemellino infatti aveva una grave insufficenza respiratoria nei polmoni. Adesso, fortunatamente, i due stanno meglio. Proprio per questo motivo i medici hanno deicso di riunirli. E presto potranno anche ritornare a casa con la mamma.

Nel frattempo i fratellini condividono alcuni attimi insieme. Si abbracciano e si cercano, con la speranza che per loro la vita porti sempre belle cose. “I medici sentiranno la loro mancanza – ha raccontato ancora la madre dei due gemellini – perché hanno detto di non aver mai visto un tale attaccamento alla vita. Soprattutto Neve, così piccola, ha lottato tantissimo per sopravvivere con le sue sole forze nonostante non avesse ossigeno e senza macchinari per la respirazione“.

Il personale sanitario ha da subito accolto la storia dei due bimbi con grande emozione. “In un periodo di pandemia- spiegano i genitori- vedere una nuova vita così tenace ha regalato speranza all’intero reparto”. Le tenere foto del primo abbraccio dei due fratellini sono diventate virali in tutto il mondo in brevissimo tempo.


Leggi anche

Tutti pazzi per la Carbonara: storia e versioni di una delle paste più amate


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Alessandro Morana

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata