Home

Un ragazzo si fa la cacca addosso durante un rapporto intimo con una giovane conosciuta su Tinder. A raccontarlo al web è proprio lei, la protagonista – suo malgrado – di questa inquietante, e puzzolente, vicenda. In un video pubblicato su TikTok diventato virale con oltre 27.4 milioni di visualizzazioni, @thicclipssmoke ha infatti rivelato come si è svolto il tutto.

La ragazza, seppur all’inizio non lo voleva far sapere a nessuno, ha deciso di raccontarlo. “Quando avevo diciotto anni ho invitato a casa un ragazzo che avevo trovato su Tinder. Lui viene da me e lo facciamo. Non è niente di che, non è fantastico ma non è niente male. Mentre stavamo avendo il climax lui inizia ad urlare e poi si afferra una gamba dicendo che aveva un crampo”. Non è il miglior modo dunque per arrivare al culmine


Leggi anche: Influencer si pavoneggia: “Con TikTok 10mila euro al giorno. Università? È inutile”


Si fa la cacca addosso durante un rapporto: “Eravamo nel clou”

Tuttavia la situazione si è rivelata ancora più inquietante. “Comincio a sentire l’odore di qualcosa e gli chiedo cos’è. Mi guardo intorno per controllare che il mio gatto non sia nella stanza e non abbia usato la lettiera, perché la puzza era proprio quella”. Al che lui la guarda e ammette di essersi appena fatto la cacca addosso proprio durante il rapporto. Lei ovviamente non ci poteva credere. “Gli ho detto: ‘Cosa vuol dire? Qui, ora?’. E lui mi ha risposto: ‘Sì, nel tuo letto’”.

La ragazza ha poi aggiornato tutti i suoi followers sul proseguo della vicenda in una serie di clip di follow-up. Ha spiegato che il giovane le ha chiesto se poteva fare la doccia e a lei è toccato pulire quello che aveva fatto, Nonostante gli avesse lasciato dei sacchetti per buttare lui le lenzuola sporche, lui finito di lavarsi se ne è andato come se nulla fosse, bloccandola in seguito.


Leggi anche:

Paperissima

Disastro alla pompa di benzina, giovane di Termini Imerese finisce a Paperissima – VIDEO


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata