ARS: votate misure a sostegno delle fasce lavorative colpite dalla crisi da Covid19

Sono passate oggi al voto di Sala d’Ercole diverse misure, inserite nella finanziaria regionale, volte a sostenere quelle fasce sociali, lavorative e familiari, colpite dalla crisi economia legata al covid19.

Non si può chiedere denaro a chi non ha lavorato a causa dell’emergenza! Per questo motivo è appena approvato in Aula un emendamento che esonera il pagamento dei canoni demaniali, irrigui e di pascolo e l’esonero delle concessioni governative. E non solo, si è varata una norma che obbliga i Comuni a non richiedere il pagamento del suolo pubblico ai bar, ristoranti ed alle attività turistiche, utilizzando il fondo perequativo, stanziato dalla Regione, per coprire le minori entrate. Ed ancora le auto di piccola cilindrata non pagheranno il bollo; verranno sospese le rate del mutuo stipulato per l’edilizia residenziale agevolata.

L’aula ha approvato il lavoro portato avanti dalle diverse commissioni di merito per l’esenzione di alcune misure importanti.

Più nello specifico.

1) le concessioni demaniali marittime sono esentate totalmente per l’anno 2020 e al 50% per il 2021

2) Il bollo auto non sarà dovuto per l’anno 2020

3) i canoni di concessione per i pascoli sono esentati per il 2020

4) non si pagherà il suolo pubblico comunale e i comuni verranno rimpinguati tramite il fondo perequativo

5) il tributo per i canoni in discarica dei rifiuti solidi non sarà dovuto

Continuano ancora i lavori all’ARS, chiamata a votare la finanziaria entro questa notte. Ma è indubbia la sospensione della seduta e la ripresa dei lavori domani.

Condividi