Il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci ha emanato una nuova ordinanza che entrerà in vigore dalla mezzanotte di oggi fino al 3 maggio e che di fatto proroga in Sicilia misure più restrittive recependo alcune disposizioni previste dall’ultimo Dpcm sull’emergenza coronavirus, come ad esempio la riapertura di librerie.

Il Governatore conferma dunque chiusura dei negozi di generi alimentari la domenica e nei giorni festivi (come avvenuto per Pasqua e pasquetta), il divieto di attività motoria e passeggiate con i figli anche nei pressi della propria abitazione e ribadisce l’obbligo soft della mascherina. “Negli esercizi commerciali di vendita e distribuzione di generi alimentari, anche all’aperto gli operatori sono tenuti all’uso di mascherina, all’utilizzo di guanti monouso o, in alternativa, al frequente lavaggio delle mani con detergente disinfettante”.
    Inoltre nei luoghi dove “non è possibile mantenere la distanza di 1 metro tra persone, è fatto obbligo a ciascuno di coprire naso e bocca”.

Dal 14 aprile saranno consentite inoltre le seguenti attività:

Commercio al dettaglio

  • Commercio di carta, cartone e articoli di cartoleria
  • Commercio al dettaglio di libri
  • Commercio al dettaglio di vestiti per bambini e neonati
  • Silvicoltura ed utilizzo aree forestali

Attività manifatturiere

  • Industria del legno e dei prodotti in legno e sughero (esclusi i mobili); fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio
  • Fabbricazione di utensileria ad azionamento manuale parti intercambiabili per macchine utensili
  • Fabbricazione componenti elettronici e schede elettroniche
  • Fabbricazione computer e unita periferiche

Commercio all’ingrosso

  • Commercio all’ingrosso di carta,cartoni e articoli di cancelleria
  • Commercio all’ingrosso di fertilizzanti e altri prodotti chimici

Servizi di supporto alle imprese

  • Cura e manutenzione del paesaggio (parchi,giardini e aiuole) con esclusione delle attività di realizzazione
  • Organizzazione ed organismi extraterritoriali

Si conferma inoltre che
Negli esercizi commerciali di vendita e distribuzione di generi alimentari, anche all’aperto, gli operatori sono tenuti:
a) all’uso costante di mascherina;
b) all’utilizzo di guanti monouso o, in alternativa, al frequente lavaggio delle mani con detergente disinfettante.

Le uscite per gli acquisti essenziali, ad eccezione di quelle per i farmaci, sono limitate ad una sola volta al giorno e ad un solo componente del nucleo familiare.

Permane il divieto di gite fuori porta, di spostamento nelle cosidette seconde case e verso luoghi di villeggiatura.

La chiusura domenicale e nei giorni festivi, si applica anche ai servizi di consegna a domicilio, fatta eccezione per i farmaci, per i prodotti editoriali , per i combustibili per uso domestico e per riscaldamento (quest’ultima categoria aggiunta con questa ordinanza)

Condividi