Home

Si trova al largo delle coste siciliane la Open Arms con a bordo 265 migranti soccorsi in due operazioni nel Mediterraneo centrale.

Avevano tentato di approdare nelle coste di Malta, ma c’è stato un rifiuto da parte del governo maltese. Così L’Italia ha risposto all’appello della no-profit, assegnando un “porto sicuro” dove sbarcare. Si tratta di Porto Empedocle, Provincia di Agrigento.

L’arrivo e’ previsto questa mattina, intorno a mezzogiorno, dopo una navigazione che si annunciava “difficile” nella notte, con tempo peggiorato, tra pioggia e fa freddo. “Dopo il rifiuto di Malta – commenta la ong spagnola – l’Italia ha assegnato Porto Empedocle come porto di sbarco. Siamo felici per le persone a bordo”.

In un tweet di poche ore fa della Open Arms si leggeva: “Sarà una notte difficile in coperta, il tempo è peggiorato, piove e fa freddo. Dopo il rifiuto di Malta, l’Italia assegna Porto Empedocle come porto di sbarco. Siamo felici per le persone a bordo, un pensiero va a chi questa notte affronterà il temporale su una barca alla deriva.”


Leggi anche


Italia zona arancione oggi: tutte le regole e cosa si può fare

Il virologo Pregliasco: “La terza ondata è certa. Zona rossa per tutto il 2021″

in Sicilia, Morto 16enne


Condividi

A proposito dell'autore

Maria Pia Scancarello

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata