Home

Raccontare ai propri cari di essersi fidanzata con una persona di colore. È questo l’esperimento sociale che il canale YouTube palermitano Libertà di parola ha cercato di fare con un video uscito un giorno fa. La pagina è attualmente gestita da Isma e da un paio di amici. Di certo non è la prima volta che si vede in giro per il mondo e in Italia un video simile o con tali contenuti, ma a Palermo risulta essere uno dei primi esperimenti di questo genere.

Il protagonista si chiama Isma e ha deciso di girare un video nella sua Palermo. A campione sono state prese delle ragazze palermitane. Tutte adolescenti o poco più. Nel video di Youtube viene chiesto ad ognuna di loro di dire alla mamma o ad un caro di stare per frequentarsi o fidanzarsi con una persona di colore. L’obiettivo: vedere le reazioni di chi sta dietro alla chiamata. Chi rimane perplesso, chi lo nega e chi lo accetta con totale leggerezza e normalità.

Il video dura circa 10 minuti. La maggior parte delle riprese sono state fatte a Piazza Politeama, vicino al palchetto di piazza Castelnuovo e in via Ruggero Settimo.

L’esperimento su Youtube di Isma

“Io sono razzista non mi piacciono i neri”, inizia così il video su YouTube di Isma. E la figlia dice: “Mamma stai scherzando?”. La mamma risponde: “No, non sto scherzando”.

Un’altra mamma dice: “Ti stai scambiando il numero con un ragazzo africano? È normale?”. E poi dice: “Ti faccio venire a prendere da papà. Ti stai scambiando il numero di telefono con una persona di un altro paese, te ne rendi conto?”.

Una nonna dice invece: “Non ti avrei mandata da nessuna parte a cena. Nemmeno se fosse stato un ragazzo non africano. Non esci”.

Isma da qualche mese si è buttato su Youtube. Ne suoi video tratta temi attuali e legati allla visione che hanno gli altri della sua pelle. Il primo video caricato si intitolava: “Cosa pensa la gente della morte di Willy”. Il suo ultimo video, invece, si intitola “Un gioco per i genitori!”

Ecco qui il video:


La storia di Valerio: il 16enne che fa beneficenza ai più bisognosi

Urla “mamma” e poi sviene in casa, morta bimba di 9 anni


Condividi
Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata