Home
Ed eccoci qui ancora una volta a farci raccontare gli scorci più belli di Palermo da Marta e Giulia. Ve le abbiamo presentate QUI poco tempo fa. Da allora, ci raccontano con il loro modo, un pò scanzonato, le loro emozioni quando rimangono colpite da un luogo della nostra città. Oggi ci accompagnano alla cattedrale, forse uno dei luoghi più rappresentativi della città. Buona lettura

Sono giorni strani questi, fatti di attese e rinunce. Di Tv accese ad aspettare notizie, di gomiti che si incrociano e di vuoti lasciati dagli abbracci che mancano. Allora oggi voglio portarti con me quassù, sui tetti della Cattedrale, dove si respira aria buona e la città si racconta all’orizzonte.

Lo so, anche qui sopra devi portare quella mascherina e non puoi sentire il profumo delle nuvole. Ma una cosa me l’hanno insegnata questi piccoli pezzi di stoffa: ora leggo meglio gli occhi delle persone.

Cerco di coglierne le luci e gli stupori ma – sopratutto – le ombre. La cosa che amo di più è guardare negli occhi e vedere le ombre. ⠀

Se riesci a vederle significa che la porta che collega la testa al cuore ha uno spiraglio aperto e tu in punta di piedi puoi guardarci dentro.

E quel giorno, lassù, facendomi strada sul piccolo terrazzo maiolicato, guardavo la città ma cercavo gli occhi delle persone. Può lo stupore cancellare le ombre di un momento?

Può la meraviglia prendersi lo spazio di un dolore? Sì, sì che può. Te lo prometto.

L’ho visto quel giorno sui tetti della Cattedrale, dove potevamo salire solo pochi per volta e restare al massimo quindici minuti perché queste sono le nuove norme. Ma a noi non importava sai, perché dietro le nostre mascherine e dentro gli occhi c’era il Sole.

Camminavamo sopra la storia, più vicini al cielo, guardando Palermo che si raccontava nella sua eterna memoria.

Questo è il potere curativo della bellezza: accende le luci che hai dentro e riscalda il cuore. Noi qui a Palermo ne siamo circondati e allora io ti dico finché puoi corri fuori a prenderti la tua dose di bellezza e lascia che le ombre siano solo il pallido riflesso della luce accecante che hai lì dentro.

Un abbraccio forte. Giulia

Ps: Lo scorso agosto, durante la nostra permanenza estiva a Palermo, la Cattedrale era (insieme al Teatro Massimo) tappa fissa dei pre-serata di me e Marta.

Ci incantavamo a guardarla nella sua veste notturna e poi, dopo qualche foto, scendevamo verso la Vucciria pronte per immergerci nella movida, cariche di tanta bellezza.

Condividi
Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata