Home

Il presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump, è stato ricoverato dopo la diagnosi di Covid-19 al Walter Reed National Military Medical Center.  Sta testando un farmaco sperimentale. Si tratta di una singola dose da 8 grammi di Regeneron, ‘cocktail’ di anticorpi policlonali. La somministrazione è stata completata senza incidenti. Ne ha dato notizia ieri, venerdì 2 ottobre, la Casa Bianca.

IL COCKTAIL DI FARMACI PER TRUMP

Il cocktail di farmaci è una combinazione di due anticorpi monoclonali. Il trattamento ha lo scopo di fornire al sistema immunitario una spinta temporanea ma immediata per combattere il coronavirus. Gli anticorpi policlonali vengono prodotti in laboratorio per imitare gli anticorpi naturali del corpo. Agiscono tramite il riconoscimento di germi specifici, in questo caso il SARS-CoV-2, il virus che causa il Covid-19, e sfruttano il sistema immunitario per combatterli.

La terapia, sebbene ancora non sia stata dimostrata, è considerata dagli esperti una delle opzioni di trattamento più promettenti per la malattia

Nel caso specifico del Regeneron, la Food and Drug Administration (FDA) consente l’accesso ai farmaci sperimentali al di fuori degli studi clinici per i pazienti con condizioni potenzialmente letali o malattie gravi.

Il trattamento è in fase di studio come potenziale cura e prevenzione della malattia nelle persone contagiate. La compagnia farmaceutica ha affermato che le prime prove degli studi suggeriscono che il trattamento sembra essere promettente nei pazienti con una malattia da lieve a moderata.

Il trattamento è stato anche apprezzato positivamente da vari esperti internazionali, tra cui il professore Todd Rice (che non è coinvolto negli studi clinici del Regeneron ndr), associato di medicina a Nashville (Tennessee), che ha dichiarato: «Ha diminuito la carica virale e ha risolto i sintomi velocemente».

Speriamo possa essere un percorso che continui ad ottenere risultati positivi sui pazienti, così da diventare una valida cura per chi si ammala di covid.

Burioni: “Trump elogia plasma ma si cura con anticorpi”

“Qualcuno dovrebbe spiegarmi perché a Donald Trump (al quale auguro pronta guarigione) stanno somministrando un cocktail di anticorpi monoclonali e non il plasma iperimmune che tanto ha glorificato fino a pochi giorni fa”. E’ la riflessione che Roberto Burioni affida ad un tweet.

Il virologo ripropone la nota diffusa ieri dalla Casa Bianca, contenente le informazioni relative alle terapie che vengono somministrate al presidente degli Stati Uniti, positivo al coronavirus e ricoverato al Walter Reed Medical Center.


Leggi anche:

Trump e Melania sono positivi al Covid

Covid. In Sicilia è record di contagi in 24 ore e 3 morti. Impennata anche nel resto d’Italia

Coronavirus. Nuovo DPCM: Novità per mascherine, movida e cinema. Ecco cosa prevede


Condividi

A proposito dell'autore

Maria Pia Scancarello

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata