Home

Un anno fa il tema principale e prioritario del paese era diventato il duello tra Morgan e Bugo. Un periodo, sembra strano dirlo, senza un’epidemia dettata da un virus invisibile chiamato Covid-19, che in realtà stava già girando.

Visto oggi questo scontro epocale tra titani sembra appartenere ad un’epoca precedente. Al paleolitico. Invece no, sono passati solo 365 giorni. 

Proprio in quelle settimane gli italiani erano diventati esperti musicali e critici di musica, non sapendo che a breve tutti ci saremo auto conferiti la funzione di virologi della comunità social. Tutti da lì a poco avremo dispensato consigli su cosa fare e cosa non fare. noi, gli stessi che non sappiamo la differenza tra una cellula eucariote e una procariote.

Chi in quelle settimane ha scritto “Io sto con Bugo” sui social, qualche mese dopo ha scritto “Io sto con Ilaria Capua”. Coloro che invece hanno scritto “Morgan è la mia stella polare”, oggi scrivono “il dottor Bassetti è il mio guru”. 

Insomma la tifoseria da stadio è passata nei i medici. Ma c’era un tempo lontano in cui l’unica frase in mente degli italiani era “Le brutte intenzioni, la maleducazione, la tua brutta figura di ieri sera”.

Un momento epico con cui la Rai ha pure incassato qualche soldo. Il video attualmente ha su YouTube 17 milioni di visualizzazioni. Una ragazza di nome Glenda Barbera sui commenti scrive: “È un anno esatto oggi: LO SO CHE CI SIETE. E ci siete sempre stati”.

Il litigio tra Bugo e Morgan

 Ed è proprio vero. Citando le 13enni alternative: si stava meglio quando si stava peggio. La vicenda ormai si trova nei libri di storia. Morgan, vestito con un completo leopardato, prende l’attacco musicale e inizia a cantare con nochalance: “Le brutte intenzioni, la maleducazione”. E poi rincara contro il collega Bugo: “La tua brutta figura di ieri sera”. Bugo non ci sta e scappa. Dopo qualche secondo Morgan, facendo finta di nulla, chiede: “Ma che succede?”. Arriva sul palco Amadeus e da lì in poi le leggende narrano che abbia iniziato a seguire Bugo per tutto la notte nella città di fiori. (Dove è Bugo?)

Qui il video per chi lo vuole rivedere, perchè tutti lo abbiamo visto almeno una volta:


“Fianco a fianco”, la sfida di chi si mette a disposizione dei giovani migranti

Pasta alla Norma, patrimonio dell’Unesco


Condividi
Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Alessandro Morana

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata