Home

In un momento come questo, in un anno come il 2020 che ha ribaltato tutte le nostre abitudini e ha sconvolto le nostre vite, vogliamo condividere con voi questo video diffuso dalla pagina Facebook di Vivere Ateneo. E’ stato ideato dalle nuove matricole dell’ateneo palermitano che, all’inizio del loro percorso universitario, hanno deciso di dare forza agli studenti di tutta Italia, i quali, come loro, hanno cominciato questo nuovo anno accademico vivendo ancora nell’incubo di questa pandemia.

L’Università di certo non l’avevamo mai vista così. Da sempre sinonimo di socialità, di scambi, di relazioni, di rapporti umani, di associazionismo. Oggi tutto questo i nostri studenti sono costretti a viverlo a distanza, e noi ci mettiamo nei loro panni. Noi che l’Università l’abbiamo vissuta a pieno, in tutte le sue sfaccettatura, con tutta la carica e la ricchezza dei rapporti umani.

Oggi i colleghi sono pallini sul pc, ci si saluta con le emoticon, si seguono le lezioni in tuta o in pigiama. Quei gesti automatici e quotidiani che quasi ci davano noia, come alzarsi presto al mattino, scegliere un abbigliamento adeguato per andare a lezione, sedersi alle ultime file per confabulare con i colleghi, o alle prime per farsi notare dai prof….oggi sono stati rubati a tutti quegli studenti che sono costretti a vivere la didattica a distanza. Le matricole soprattutto, che hanno vissuto il loro esordio universitario in questa condizione, a loro va il nostro più grande affetto. Siamo sicuri che quando questo incubo sarà finito saranno quelli che riusciranno a godersi fino al midollo ogni piccolo attimo, ogni gesto, ogni rito, ogni abitudine.

E sono proprio matricole quegli studenti che hanno girato il video. Vicini a distanza. Un ossimoroso a cui non ci abitueremo mai. Perchè non possiamo farlo. Perchè sappiamo che presto saremo vicini per davvero, e potremo continuare a condividere le nostre vite insieme, toccandoci, sfiorandoci, dandoci pacche sulle spalle e stringendoci le mani per tornare a dire: “Piacere io sono….” mentre ci guardiamo negli occhi e ci comunichiamo quella emozione che nessuna emoticon potrà mai replicare.

Quindi buona pazienza a tutti. Ancora, non è il tempo di tornare alle nostre vite. Ma vediamo la luce in fondo al tunnel, e ci emozioniamo nel guardare le immagini di questo video. Torneremo, tornerete, vi verrà restituito quello di cui siete stati privati. E sarà bello bighellonare per la cittadella universitaria e dirci a vicenda…..”Ti ricordi quando c’era il covid?”.

Teniamo duro ragazzi! Il futuro oggi più che mai è nostro. E noi saremo i protagonisti indiscussi di una nuova era, quella dopo il covid. Quella in cui nessuno più darà niente per scontato.

Condividi

Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata