Home

Un fortissimo vento di Scirocco soffia in Sicilia da questa notte. L’Italia pare essere, come spesso accade,  divisa in due: pioggia e freddo al Nord con allagamenti e disagi e super caldo e vento al Sud. Stamattina, a Palermo le temperature erano già intorno ai 35 gradi, con cielo totalmente velato.

La situazione migliorerà soltanto in serata. Per domani invece, secondo il parere dei meteorologi, le temperature scenderanno di diversi gradi.

Lunga notte per i vigili del fuoco, impegnati su più fronti. Diversi incendi sono divampati stanotte nel palermitano, infatti, a causa dello Scirocco. Le zone interessate sono  Montelepre, Cinisi e Partinico. Un rogo è ancora attivo a San Martino della Scale. I vigili del fuoco di Palermo sono intervenuti anche per un incendio nei pressi dello svincolo di Santo Stefano di Camastra sull’autostrada Palermo-Messina.

Al Nord la situazione è opposta. I vigili del fuoco sono sempre al lavoro ma in questo caso con l’emergenza maltempo. Sei persone in un camper sono state salvate dall’elicottero Drago 55 a Vercelli: il gruppo si era rifugiato sul tetto del mezzo che, parcheggiato in un campo da cross nella zona a est della città, era stato sommerso dall’esondazione del Sesia. È dal pomeriggio di ieri che il maltempo sta interessando gran parte del Piemonte e in particolare le provincie di Cuneo, Vercelli, Biella, Novara e Verbania. Le squadre di vigili del fuoco hanno svolto finora 130 interventi per smottamenti, allagamenti diffusi e danni d’acqua in genere. Situazione critica anche nel ponente ligure con paesi isolati nell’entroterra di Imperia a causa di frane e esondazioni nella notte di torrenti in valle Argentina e valle Arroscia.


Leggi anche:

A Palermo arriva il Monopattino Sharing

Covid. Per l’OMS è un momento cruciale: ogni settimana 2 milioni di casi

Le challenge dell’orrore più pericolose del web. Origini e meccanismi.


Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata